☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "La biblioteca sull'oceano" di Ashley Hay

mercoledì 8 febbraio 2017






...oOo...
La 
biblioteca 
sull'oceano
di Ashley Hay
pagine 300 circa
prezzo 18€
Sperling 
già disponibile
voto:
★★★★ 
..o..




In una piccola città affacciata sull'oceano, c'è una biblioteca dove gli abitanti vanno in cerca di pace e di sogni. 
Affidano le loro richieste ad Ani, bibliotecaria alle prime armi, una giovane donna già segnata da un destino crudele, che le ha strappato un pezzo di cuore e l'ha lasciata sola a crescere la sua bambina. Quell'impiego le è stato offerto per aiutarla ad andare avanti e, se lei ha accettato, è anche un po' per il ricordo che serba della prima biblioteca mai visitata: una sala meravigliosa in cui aveva trovato rifugio in un giorno di pioggia, un luogo solenne che l'aveva incantata. 
Ora, tra le pagine dei libri, cerca le risposte che non sa darsi da sola e spera di rivivere almeno un briciolo di quella lontana magia. Tra quei vecchi scaffali, anche il dottor Draper vorrebbe ritrovare la sua vita di un tempo, di quando ancora non aveva conosciuto la guerra e il senso di colpa per tutti coloro che non è riuscito a salvare. 
Mentre il suo amico Roy, che al fronte si è scoperto poeta, vaga alla ricerca delle parole perdute, quell'ispirazione venuta meno proprio ora che è circondato da tanta pace e bellezza. Finché una poesia anonima ricevuta da Ani irrompe in quel tempo sospeso e riavvia il corso di quei tre destini, ormai intrecciati per sempre in un'unica trama. 
Struggente e poetico, La biblioteca sull'oceano è un romanzo che parla di nuovi inizi e del potere salvifico della letteratura. Una storia di ritorno alla vita, che trafigge il cuore di speranza.

..o. Il Blogtour .o..



Considerazioni.
E' una settimana di sorprese questa, e mi ha travato decisamente impreparata. Non pensavo infatti che alcuni romanzi potessero trovarmi trovarmi tanto contenta sia a livello di trama che a livello di personaggi. E se ieri vi ho parlato di un fantasy interessante, ecco che oggi cambio registro e vi parlo di un romanzo intenso, drammatico ma anche sentimentale (nel senso che parla di sentimenti) e scritto in modo poetico.

"La biblioteca sull'oceano" è stato inaspettato, come la protagonista Anikka Lachlan, la quale viene completamente stravolta dalla morte del ferroviere/marito Mac, avvenuta con un incidente ferroviario, e che la lascia da sola ad occuparsi della giovane figlia Isabel.
Per Anikka, Ani, stremata dal dolore, è difficile, quasi assurdo andare avanti, cercare di mettere davanti a lei un giorno dopo l'altro nella speranza che il marito in qualche modo torni, sfugga la destino che ha allontanato da lei così brutalmente, così inaspettatamente e con la speranza che tutto sia solamente un brutto sogno dal quale presto si rialzerà.

Come il caleidoscopio che Mac e Ani hanno regalato ad Isabel, anche il destino di Ani e Isabel troverà il modo di mostrare loro colori diversi, non solo sfumature di nero e blu, e momenti che comprendano non solo la parole "perdita", "perdono" e "dolore", ma anche "ricominciare", "sperare" e "cogliere la felicità in ogni momento".  
Ciò che permetterà loro di porre i mattoncini per il loro nuovo futuro è l'Australia stesse del secondo dopoguerra, che vede la gente stringersi l'una con l'altra dopo un lutto, un paese e delle persone come il Dott. Frank Draper e il Sig. McKinnon
Proprio per aiutare questa giovane donna ad andare avanti con una prospettiva, dalla città di Thirroul, a sud di Sidney si solleva una domanda di aiuto per la biblioteca del paese, che le chiede di diventare la nuova custode del cuore pulsante della cittadina, di prendersi cura dei essa, in quanto la biblioteca è sul posto in cui tutti si recano per trovare un po' di evasione, una risposta ai loro problema, una possibilità di felicità o un medicamento per i propri dolori.

Ani non diventerà una persona nuova dall'oggi al domani, ma con i nuovi incontri, con persone che di dolore ne hanno avuto esperienza in abbondanza o che ne sentono sensibilmente la presenza, che farà in biblioteca e con la lettura di alcuni libri che capiteranno proprio al momento opportuno Ani capirà l'importanza di andare avanti, di cercare nuovi stimoli nella vita quotidiana, nella semplicità degli attimi la considerazione di quanto la vita sia preziosa e labile e occorra quindi assaporarla, come diceva Thoreau, fino al midollo.

Ho molto apprezzato questo romanzo non solo per la caratterizzazione dei personaggi, per la trama toccante, che a mio gusto si accanisce un po' troppo su Ani, la quale veramente risulta piuttosto sfortunata nei sentimenti familiari, ma soprattutto per lo stile dell'autrice ... poetico. Raramente ho letto un romanzo con descrizioni tanto poetiche e morbide, pur non risultando melense o scontate. Ho proprio apprezzato il modo in cui la Hay propone la storia, intreccia le varie linee narrative, le quali scorrono fluidamente tra passato e futuro, per conoscere quello che è accaduto e vedere come la storia procede. 

"La biblioteca sull'oceano" è un libro coinvolgente, che mette Ani a cuore nudo di fronte al lettore e proprio per questo si partecipa alla sua storia, si tifa per il ritrovarsi di Ani, perché lei possa trovare la voglia di lottare e per Isabel, che anche se risulta più adulta della sua età è assolutamente irresistibile. Vorrei potervi indicare le frasi che più mirano colpito di questo romanzo, ma sono troppe e sarebbe bello scoprire le vostre, in questa immensa biblioteca che funge da balsamo ad un indicibile dolore. Leggetelo, l'unico rischio che potreste correre è di (re)incontrare voi stessi ... per poi scoprire che bellissimo farlo ancora ed ancora, ed ancora ...

...o. Curiosità del Blogtour .o..

La mia biblioteca ideale: Il mio salotto
Libri che mi hanno salvato la vita: "Vita nei Boschi" di Thoreau e "La Rivolta di Atlantide" di Ayn Rand
Il posto in cui leggo sempre: quello nella foto in basso, con il mio compagno di letture ...


Ashley Hay  
Scrittrice australiana, vive a Brisbane. È stata finalista al Miles Franklin Literary Award, il più importante premio letterario in Australia, grazie al romanzo La biblioteca sull'oceano che, diventato un bestseller in patria, è stato pubblicato con successo anche negli USA e ora è in corso di traduzione in Europa. ashleyhay.com.au

Nessun commento: