Una recensione e tanti consigli ...

venerdì 27 maggio 2016



 

 
 
 
 
 
 
 
 ---oOo---
Il dono
parte III

I guardiani delle pore dell'est
di Claudia Melandri
pagine 322
prezzo 2.19€
Autopubblicato
già disponibile

 --o--
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Il cerchio si chiude, le bugie e gli inganni sono svelati, la forza dell’amore è messa a dura prova. 
Sean lotta ancora contro il Male che non ha nessuna intenzione di lasciarlo vivere come un comune essere umano e Sara comincia a dubitare se l’amore di Sean sia vero, indissolubile, o sia solo una marionetta priva di volontà sotto il controllo della Maledizione dei Green. 
Una maledizione che metterà sul piatto della bilancia la vita e la morte, uccidere o soccombere alle tenebre per sempre.

I romanzi precedenti sono:

 
Considerazioni.
Come i due precedenti, anche questo terzo - e se non erro - ultimo romanzo di Claudia Melandri è davvero un romanzo piacevole e godibilissimo.
 
Certo è meglio recuperare le storie precedenti (altrimenti sfuggono molti dei collegamenti che questo ultimo romanzo sott'intende) per cui vi consiglio di prendere tutti e tre i volumi che compongono questa interessante serie, ma la storia, doveste incappare unicamente in questa terza storia, è comunque molto completa e interessante.
 
Venendo a quanto mi ha dato questa storia posso dirvi che i temi principali (corrispondenti ai pregi dell romanzo) sono quelli che avevamo trovato nei precedenti capitoli: passione, amore, odio, vendetta, speranza, amicizia, lotta per la crescita, per i propri ideali, volontà del superamento dei propri ideali. E in tutto questo ci sono ragionamenti profondi e sentimenti imporanti che danno spessore tanto ai personaggi che alla storia stessa.

A partire dall'aforisma con cui viene introdotto il romanzo:
"Amami o odiami, entrambi sono a mio favore.
Se mi ami sarò sempre nel tuo cuore,
se mi odi sarò sempre nella tua mente.
"
----- William Shakespeare

Da questa piccola frase si comprende come l'amore e l'odio siano richiamati e costantemente usati per dipingere una storia che sempre rispecchia l'animo combattuto dei protagonisti, che sono coinvolgenti nelle loro tormentate storie, nella difficoltà dell'incedere per via dei dubbi, ma che procedono nonostante tutto a testa alta, prendendo di petto la vita e vivendola (o almeno cercando di viverla) pienamente.
 
Il  mix che ha creato la Melandri non è nuovo, ma è un mix che si legge con assoluta gradevolezza e che fa piacere porare a termine per la bella caratterizzazionde dei personaggi e per la storia appassionante, scritta con altrettanta passione e devozione.
 

Claudia Melandri Sposata e madre di due figli, vive nella città di Pitagora, Krotone. Ex educatrice in un asilo nido ha debuttato proprio con il romanzo "Il dono 1. Il male dell'anima" per Lettere Animate.

---o- I Consigli di Lettura -o---
 
 

 
 
 
 
 
 
---oOo---
Ora,
per sempre
e oltre

di Demetrio Verbaro
Pagine 122
Prezzo 1.49€
Lettere Animate
già disponibile

--o--
 
 
 
 
 
 
 





Davide e Giulia sono due ragazzi innamorati che si conoscono fin dall’asilo e che si sposano pieni di speranza per un futuro insieme. 
Il loro amore è semplice, genuino, profondo. 
Ma non riescono a diventare genitori e dopo che il dottore conferma che per loro sarà impossibile concepire figli, qualcosa si rompe nel loro rapporto. 
Entrano in un vortice che li travolge: litigi, tradimenti, risentimenti, divorzio. 
Ma come la mantide guidata dall’istinto si riproduce pur sapendo di morire alla fine dell’accoppiamento, così uno di loro guidato dall’amore si sacrificherà in per la salvezza dell’altro. 
Alla fine infatti si scoprirà che il vortice che ha spazzato via il loro matrimonio era stato creato da uno di loro in un gesto d’altruismo estremo.



--o--
 
 
 
 
 
 
 
 
---oOo---
Arma 
Inferno
I cieli di Mareb
di Fabio Carta
Pagine ---
Prezzo 1.99€
Inspired Digital Publishing
già disponibile

--o--














Lakon e Karan sono divisi.
Karan, con l'amata Luthien, si trova a sud nell'esotica e rigogliosa Gargan mentre, Il Mastro di Forgia, prosegue la sua ricerca nelle remote lande boreali.
Pur così lontani i nostri protagonisti vedranno intrecciarsi nuovamente le loro storie sullo sfondo di una guerra civile dove, la furia cieca dell’uomo, scatena il potere di nuove e terribili armi.
Contro queste barbarie, la cavalleria coloniale, è costretta ad evolversi crescendo e diventando qualcosa di diverso e migliore.
Tra intrighi e lotte interne, la Falange, potrà trovare la forza di levarsi sopra le bassezze e i tradimenti del nemico solo grazie a Lakon e alla sua arcana sapienza che la porteranno su in alto fino a solcare i cieli di Muareb.

Carta Fabio, classe 1975; appassionato di fantascienza ma anche dei classici della letteratura, come i romanzi del ciclo bretone e cavallereschi in generale; laureato in Scienze Politiche in indirizzo Storico - Politico, ha scritto “I Cieli di Muareb” dopo il fortunato esordio con il suo primo romanzo, “Il Mastro di Forgia”, primo volume della saga di Arma Infero.
Impiegato, marito e padre di due figli; nei ritagli di tempo concessi dal lavoro e dalla famiglia - abituata a tollerare pazientemente i suoi momenti di evasione nel remoto spazio siderale - Fabio prosegue indefesso nella stesura della sua saga, gettando complotti, guerre ed eroi dalla tastiera sullo schermo del pc, fantasticando sul giorno in cui potrà eleggere la sua passione a professione.

Ornella Albanese presenta ... Vivi le mie storie !

giovedì 26 maggio 2016


Oggi vorrei farvi presente una notizia ghiottissima per tutte coloro che seguono e amano le autrici di romanzi romance italiani ed in particolare Ornella Albanese.
--
Seguo da un pò di tempo la Albanese e devo dire che ho amato moltissimo molti dei suoi romanzi che davvero non hanno nulla da invidiare alle scrittrice di oltreoceano. 

Ho saputo infatti che da questa settimana - e poi dal 15 giugno e dal 15 luglio - sarà disponibile una serie di romanzi (3 ad essere precisi) che la Albanese aveva pubblicato diverso tempo fa per la casa editrice Le Onde in una nuova veste grafica e soprattutto in versione digitale. 

Vi ricordo inoltro che la collana s'intitola "Vivi le mie storie", i romanzi saranno composti da circa 130 pagine, pubblicati ad un prezzo lancio accessibilissimo ed esclusivamente in ebook (quindi preparate gli e-reader!)  e caratterizzati da storie d'amore ironiche, ambientati in lughi lontani, nonchè ricchi si suggestioni.

Venite a conoscere le trame?









---oOo---
Sotto 
il cielo 
di Monterrey
di Ornella Albanese
pagine 130 circa
prezzo lancio 1.99€ 
Autopubblicato
disponibile 
dal 27 maggio
--o--











Quel nome, Honey, solo un imbroglio. Perché niente è dolce in lei.

Honey Rabal, avvocato di successo a San Francisco, non si concede tregua fin quando non riesce a raggiungere i suoi obiettivi. 
Mille cose la uniscono a Dylan Benson, il suo ambizioso compagno, ma la loro vita prende una piega inaspettata. 
La malattia del padre, che lei odia, la costringe a tornare a Monterrey e a riaprire un capitolo della sua vita che credeva chiuso. 
E proprio a Las Hojas, nella casa della sua infanzia, sotto il cielo di smalto blu di Monterrey, Honey scoprirà il valore delle radici e la forza di un amore imperioso e travolgente.


--o--








---oOo---
La lunga notte
di Kevin
di Ornella Albanese
pagine 130 circa
prezzo lancio 1.99€ 
Autopubblicato
disponibile
 dal 15 giugno
--o--











Per lui le donne fanno pazzie...

Kevin Howard è un uomo molto affascinante.
 
A lui le donne piacciono e per lui le donne fanno pazzie. 
Kevin, però, ha fretta di arrivare in alto e decide di sposare una ragazza insignificante solo per poter entrare nel prestigioso studio legale di suo padre. 
Ma la notte prima del matrimonio, in una misteriosa casa sulla spiaggia di Malibu, sarà una lunga, lunga notte. 


--o--

 






---oOo---
Notti
Messicane
di Ornella Albanese
pagine 130 circa
prezzo lancio 1.99€
Autopubblicato
disponibile
 dal 15 luglio
--o--













Con Kimberly Cox niente sarà più lo stesso.

Una spedizione archeologica nella giungla del Chiapas, alla scoperta delle antiche vestigia Maya. 
Il capo della spedizione, l'archeologo Derek Hemmings, non si aspetta che l'aiuto che ha richiesto sarà una donna, e per di più caldamente segnalata dal professor Arroyo. 
Tutti nell'ambiente sanno cosa significhi una “calda” segnalazione di Arroyo e lui è davvero infuriato. 
Poi arriva Kimberly Cox ed è facile capire che niente sarà più lo stesso. 
Per la spedizione, per gli uomini della squadra, ma sopratutto per lui.



Ornella Albanese è nata a Giulianova, in Abruzzo, e vive  nel centro storico di Bologna con il marito e i due figli. Ornella ha iniziato a pubblicare a sedici anni, collaborando alla narrativa di alcune riviste (Gioia, Bella, Milleidee) con una vasta produzione di racconti gialli e rosa. Anche attualmente scrive per Intimità romanzi brevi e a puntate. Dal 1997 ha pubblicato otto romanzi per la casa editrice Le Onde con lo pseudonimo di Alba O’Neal. Ha scoperto il Romance storico e così è cominciata la sua collaborazione con Mondadori e la conseguente pubblicazione di otto titoli nella collana I Romanzi. Per la Leggereditore ha pubblicato "L'anello di ferro" e "L'Oscuro Mosaico". Ha anche autopubblicato "Sotto la stessa luna", disponibile sia in cartaceo che in ebook.

Recensione: "Jules" di Didier Van Cauwelaert

mercoledì 25 maggio 2016










  ---oOo---
Jules
di  Didier van Cauwelaert
Prezzo €17,90
Pagine 240
Sperling & Kupfer
già disponibile
voto
:
★★★☆☆
--o--










Zibal, genio plurilaureato in astrofisica e ingegneria biochimica, sognava di sfondare nel campo della ricerca scientifica, ma la sua ex gli ha rubato l'invenzione che poteva segnare la svolta decisiva. 
Così, a 42 anni, si ritrova a vendere macarons all'aeroporto di Parigi-Orly. 
Alice, giovane e bellissima speaker radiofonica, ha perso la vista in seguito a un incidente. I suoi occhi sono quelli di Jules, un adorabile labrador che la guida tra i colori e i pericoli della vita a lei invisibili. 
Quando Zibal nota Alice in mezzo alla folla dell'aeroporto, è vittima di quel temibile colpo di fulmine di cui aveva imparato a diffidare. Un breve scambio di battute, giusto il tempo di scegliere una confezione di macarons, ed è subito addio: Zibal osserva Alice dirigersi all'imbarco per Nizza. 
Né lui né Jules sanno che là l'attende una delicata operazione che le restituirà la vista.
Quella che per Alice è una grande gioia, per il labrador è la catastrofe: si sente inutile, perso, senza la sua compagna di sette anni.
 
Rifiutandosi di accettare un altro padrone, fugge e va a cercare proprio Zibal, entrando nella sua vita come un ciclone.
Da quel momento, uniti dalla sventura e dall'ossessione per Alice, Jules e Zibal avranno un'unica missione:
ritrovare la donna che ha spezzato il cuore a entrambi.
Un romanzo delicato e brillante che, dopo il grande successo ottenuto in Francia, arriva finalmente in Italia. 
Cupido peloso e pasticcione, Jules è un incredibile eroe romantico, capace di fiutare l'essenziale che sfugge a noi umani, e ci regala una lezione indimenticabile di fedeltà e amore incondizionato.

cover originale

Considerazioni.
"Jules" del romanzo di Cauwelaert (non domandatami la pronunica, anch' io tiro a indovinare) è un dolcissimo cagnone di razza labrador che si prende cura della sua padroncina, di nome Alice.

Alice, a causa di un'incidente è diventata cieca e da allora Jules l'aiuta in tutto, dalle cose più semplice sino a stemperare le paturnie che possono arrivare quanto Alice meno se lo aspetta. Il simpatico labrador ha infatti il dono, oltre quello di assistere fisicamente le persone non vedenti, di saper esattamente quello che provano le persone e di colmare quel vuoto che molto spesso provano, donando loro immenso affetto.

Alice e Jules, in un giorno come tanti, incontrano una persona speciale che saprà entrare nel cuore di entrambi: Zibal
Zibal - che pur essendo un geniaccio non solo laureato, ma plurilaureato in astrofisica, si trovava in quel dell'areoporto di Parigi-Orly a vendere coloratissimi macarons - vuoi che non vuoi si lascia andare alla conoscenza della carinissima Alice (per la quale ha avuto il temutissimo colpo di fulmine) e del suo cagnone empaticone.

Le cose però non saranno semplicissime, in quanto Alice deve interropere la conoscenza con il protagonista quarantaduenne e prendere l'aereo per Nizza per riparare all'evento che le ha causato la cecità.
Il tempo scorre, la vita va avanti e se da un lato Alice si gode la vita con un'evento positivo - a Nizza riacquista la vista grazie all'intervento a cui è corsa incontro abbandonando Zibal a Parigi -  dall'altro piange la separazione con Jules, che deve essere affidato ad una nuova persona non vedente ...

Jules, disperato, affranto e dal cuore spezzato scappa e raggiunge Zibal, l'unico che possa aiutarlo a stare ancora con Alice ...




Come potete evincere dalla trama, questa storia vive di elementi semplici, molto leggeri e dolci.

"Jules", infatti, si nutre di tenerezza e delicatezza, che trova incarnazione nelle figure di Jules e Zibal, due esseri innamorati di una stessa donna che ha spezzato (anche se involontariamente) loro il cuore, ma pur avendono passate tante, forse troppe, non accettano una resa all'abbandono, ma anzi reagiscono con il preciso intento di andare a riprendersi la donna della loro vita e unendo le forze contro l'apparente avverso destino combattono.

A Didier Van Cauwelaert va sicuramente riconosciuto il merito di aver creato una storia un pò particolare, piacevole e con un messaggio di fondo davvero interessante e meritevole, in quanto parla di violenza superata, di amore, di amicizia, di nuovi inizi, di speranza e fiducia e certo anche dell'amore per gli animali domestici, ma soprattutto dell'attaccamento onesto, sincero e disinteressato che questi ultimi possono avere nei nostri confronti, nonostante quello che faccimo loro.

Come vi dicevo prima questa è una storia dolcissima che vi troverete a seguire senza particolare sforzo, che potrete godere se vi piacerebbe avere animali domestici (e vi verrà voglia di averne) ma anche se ne avete già (ed allora piangerete, assicurato!) comprenderete ancor meglio i sentimenti di Alice, di Zibal e soprattutto di Jules, che amerete, diavolo se l'amerete!



<3 br="">

Didier van Cauwelaert è nato a Nizza nel 1960 da una famiglia di origine belga. Scrittore eclettico e prolifico, è autore di romanzi, opere teatrali, spettacoli musicali, sceneggiature per il cinema e la tv. Nel corso della sua carriera trentennale, ha pubblicato oltre venti romanzi, premiati da un grande successo di pubblico e critica. Numerosi i riconoscimenti letterari ottenuti, tra cui il prestigioso Premio Goncourt, nel 1994; trenta le lingue in cui è tradotto; cinque milioni le copie vendute nel mondo. Nel 2015 si è aggiunto alla lista dei suoi bestseller Jules, che per mesi ha dominato le classifiche dei romanzi più venduti in Francia.

Recensione: "La moglie del mercoledì" di Catherine Bybee

martedì 24 maggio 2016








---oOo---
La 
Moglie 
del Mercoledì
di Catherine Bybee
pagine 240 circa
prezzo 14.90€
ebook 4.99€
Leggereditore
già dsiponibile
voto:
★★☆☆
--o--








Blake Harrison è nobile, ricco, affascinante.
E cerca moglie.
Deve assolutamente trovarla entro una settimana, prima del suo trentacinquesimo compleanno, perché solo così potrà ereditare l'immenso patrimonio di suo padre.
Quando decide di rivolgersi a un'agenzia matrimoniale, non immagina che di tutte le donne che le vengono proposte, quella che lo colpirà sarà proprio la titolare dell'agenzia, Samantha Elliot. Sam è una donna piuttosto sola, con un passato difficile alle spalle: della sua famiglia, un tempo tra le più in vista d'America, le rimane solo la sorella minore Jordan, gravemente malata.
Così, quando Black le propone un contratto milionario che la impegna a essere sua moglie per un anno, decide di accettare, perché solo con quel denaro potrebbe far fronte alle spese per le cure di Jordan.
Eppure, quello che nasce come un patto cinico e interessato dà vita in poco tempo a un'inaspettata complicità e si trasforma in qualcosa che va oltre la semplice attrazione fisica.
Ma il tempo a loro disposizione sta per scadere, a meno che il destino non decida ancora una volta di stravolgere il corso delle loro esistenze...
Una storia sensuale e romantica, che ci ricorda quanto la vita sia ricca di sorprese e seconde possibilità.




Considerazioni
La prima cosa che ho pensato appena terminato questo romanzo è staa: carino.

Certo è breve (poco più di 200 pagine e nemmeno troppo fitte) certo a volte i personaggi sono caratterizzati al minimo indispensabile, certo l'incontro tra i due protagonisti è forse un pochino forzato, ma alla fine, chi cerca una storia romantica, che appassioni e che intrattenga piacevolmente per qualche cosa, si farà scappare - a questi miei commenti - un bel chissenefrega!

Nel romanzo, tutto a inizio da una necessità: quella di Blake Harrison, nobile rapollo in attesa di ereditare una vera fortuna. 
La necessità in questione è data dal fatto che Blake non può ereditare nulla, a meno che non si sposi. Sarebbe facile trovare una moglie qualsiasi (non dovrebbe essere difficile trovare una donna che ti sposi per il tuo denaro, no?) e qualche candidata ci sarebbe anche, ma non senza strascichi. Già, perchè Blake non vuole sposarsi, non vuole legarsi a qualcuna, prometterle amore eterno, perchè non è quello che vuole. Quello che vuole sono la libertà incondizionata di autodeterminarsi in ogni momento e la possibiletà di scegliere una donna al giorno senza rimpianti e rimorsi per promesse che non sente di mantenere. Ecco quindi che per evitare situazioni strane o difficili da gestire, Blake decide di affidarsi ad un'agenzia che si occupi di trovarle la donna adatta.

L'agenzia è gestita e rappresentata da Sam Elliot, che non è un uomo, come crede Blake, bensì una bellissima e capacissima imprenditrice che ha tutte le intenzioni di fare di Blake la punta di diamante della sua agenzia.
 
Purtroppo per Sam, a Blake non piacciono le ragazze che gli vengono sottoposte, ma le fa una proposta piuttosto interessante: essere lei sua moglie per un anno, per poi lasciarsi in amicizia e senza rimpianti.
Sam, non vi spiego ovviamente il perchè e il per come (ve lo lascio scoprire), accetterà l'accordo, non sapendo bene a cosa andare incontro, ma la cosa positiva è che nonostante sia stato Blake a farle la proposta spiazzante, sarà proprio lui ad essere spiazzato dalla piega che prenderanno gli eventi una volta uniti in matrimonio ...

 
 
Inutile dirvi che "La moglie del mercoledì" è una commedia divertente, rilassante, dall'esito scontato e prevedibile certo, ma davvero tanto godibile, fresco e simpatico da farvi perdonare ogni momento in cui abbiamo saputo anticipare una mossa dei protagonisti, perchè in fondo è una di quelle commedie romantiche a cui è impossibile resistere.

La Bybee, che avevo scoperto poco tempo fa grazie alla pubblicazione del romanzo "Non proprio un appuntamento" (edito da AmazonCrossing, acquistabile esclusivamente online ed esclusivamente sul sito Amazon.it) devo dire che come per il precedente romanzo che ho avuto il piacere di leggere, sa creare le atmosfere giuste per una storia d'amore (anche improbabile, ma in cui ci caschi lo stesso con due piedi), sa intavolare discorsi che ti fanno credere che quello che stanno vivendo i due protagonisti sia vero, sia appassionante e sia verosimile, inoltre la Bybee è stata davvero brava a condensare la storia in un numero di pagine che non "allungano la minestra" ma al contempo raccontano la storia in modo assolutamente coinvolgente.  
 
In poche pagine, insomma, troverete tutto quello che cercate da un romanzo romantico contemporaneo soddisfacente.


 

Catherine Bybee vive nel Sud della California con il marito e i due figli. Dopo il successo ottenuto con i libri della serie bestseller Weekday Brides ha abbandonato il lavoro per dedicarsi alla scrittura a tempo pieno. Con La moglie del mercoledì, originariamente autopubblicato e affermatosi come uno dei fenomeni editoriali più eclatanti degli ultimi anni, esordisce nel catalogo Leggereditore.

Recensione: "Una deliziosa pasticceria a Parigi" di Laura Madeleine

lunedì 23 maggio 2016







---oOo---
Una
deliziosa 
Pasticceria
a Parigi

di Laura Madeleine
Prezzo 18,50 €
Ebook 9,99 €
Pagine 324
Piemme
già disponible

voto:
 ★★★★
--o--









Una famosa pasticceria.
Uno scandalo senza precedenti.
Un grande amore che ha superato ogni barriera.

Parigi, 1909.
In una stradina appartata c'è un luogo dove, a ogni ora, il profumo che si sente nell'aria è quello di zucchero a velo e crema pasticcera.
La Pâtisserie Clermont è la più elegante della città, famosa per le vetrine colorate di macarons e per la gentilezza di Jeanne, la figlia del proprietario. Eppure Jeanne, dietro le apparenze di ragazza tranquilla e sorridente, ha un segreto. Un amore proibito che non può confessare a nessuno.
Quando ha visto per la prima volta Guillaume du Frère, un ragazzo di Bordeaux arrivato in città per guadagnarsi da vivere come ferroviere, è stato per caso. Da allora i due non si sono più staccati, pur sapendo di non avere alcun futuro.
Fino a che un terribile tradimento ha svelato a tutti il loro amore, e li ha separati, forse per sempre.
Ai giorni nostri.
Petra è una studentessa di storia a Cambridge, che sta studiando la vita di suo nonno, un importante storico, e si imbatte in una strana lettera a sua firma.
Datata 1910, la lettera è indirizzata a un certo G. Du Frère, e chiede una cosa sola: perdono. Petra scoprirà così la storia di Jeanne e Guillaume, e la parte che vi ebbe suo nonno, gettando luce su quello che avvenne davvero.
E lo farà andando a Parigi, innamorandosi a sua volta, e parteggiando sempre per quei due amanti del secolo scorso che volevano solo vivere la loro vita insieme.




Considerazioni.
Parigi, 1909.

Una piccola viuzza molto caratteristica della Ville Lumière durante la Belle Époque.
Tanti profumi s'intrecciano ... ma sono soprattutto lo zucchero e la crema pasticcera a impregnare l'aria di una dolce fragranza, fragranza che proviene dai locali di una famosa pâtisserie, la Pâtisserie Clermont.

Una una famosa pâtisserie che cela un segreto,
 o meglio uno scandalo.
Una famosa pâtisserie che racconta di un'amore tanto sincero,
 quanto autentico.

La storia con cui debutta la Madeleine è un romanzo semplice, con il solo scopo di arrivare dritto al cuore del lettore, che vuole confortare e trasportare in un mondo soffice e tenero con atmosfere calde, conforevoli, colorate e rassicuranti per ammorbidire l'animo, trovare una storia che scaldi, con cui si abbandonino le fatiche quotidiane e semplicemente godere degli attimi condivisi dei personaggi, di provare quella sensazione che da sempre è alla base, in un modo o nell'altro, della nostra esistenza: cercare quella persona che ci faccia sentire incondizionatamente amati.

E' una storia davvero deliziosa, piena di piccoli dettagli che espandono l'animo ai recettori del gusto, alla sensazione di bello, al caldo sentimento del buono e che trovando ambientazione in una grande pasticceria, per di più a Parigi, il luogo ideali in cui tutti, ma proprio tutti, ci troveremmo a nostro agio. Impossibile poi non innamorarsi dei due archi narrativi che percorreono il romanzo: e tanto il personalità di Jeanne, che ritroviamo nel passato, nel lontano 1909, che quella di Petra, che viviamo e conosciamo nel 1988, vi piaceranno e vi troveranno coinvolti e involti nelle vicende che il destino ha approntato per loro.

Sin dal momento in cui Jeanne - figlia del proprietario della grande, rinomara, romantica e sontuosa pasticceria Pâtisserie Clermont - appare nella storia, con quella apparente serenità che emana, quella bellezza eterea per cui è conosciuta in città, sembra che sotto quella patina perfetta nasconda qualcosa ... ed è così, perchè sotto quella superficie di tranquilla beatitudine - proprio come i suoi famosi, coloratissimi e buonissimi macarons - Jeanne nasconde una ferita profonda, un tradimento che le ha spezzato il cuore, a causa di un amato arrivato da Bordeaux in cerca di lavoro da ferroviario - un certo Guillaume du Frére, che ha gettato alle ortiche il suo amore e la sua devozione per lui.




Lo stesso Guillaume du Frére che ha scritto una lettera di scuse per Jeanne, una lettera che ha ritrovato, anni e anni dopo, una ragazza di nome Petra, una studentezza a Cambridge, per puro caso e che s'interessa alla loro storia.

Petra farebbe quello che faremmo noi, lettori curiosi e voraci dei segreti che circondano i due amanti del passato. Perchè Petra, tanto quanto noi, vuole sapere cosa è accaduto a Jeanne e a Guillaume, perchè spera che le cose a loro, in fin dei conti, siano andate bene.

"Una deliziosa pasticceria a Parigi" è un romanzo davvero molto, ma molto carino, che ha il pregio di rendere la storia romantica di due amanti vissuti in un altro momento storico, una storia non solo piacevolmente fruibile, ma una storia che è bello leggere e rileggere per i dettagli, i momenti che regala, la tenerezza a cui amorevolmente conduce sino alla fine ed i personaggi che dona al lettore.  
Assolutamente consigliato.


Laura Madeleine Dopo aver passato molti anni della sua infanzia a recitare in teatro, Laura Madeleine ha studiato letteratura... Una deliziosa pasticceria a Parigi è il suo romanzo d’esordio, anche se Laura scrive già per diversi blog e riviste online.

Recensione: "Seeker" di Arwen Elys Dayton

domenica 22 maggio 2016









 ---oOo---
Seeker
di Arwen Elys Dayton
pagine 400 circa
prezzo 18.90€
ebook 9.99€
Sperling Kupfer
già disponibile
voto:
★★★★
--o-- 














La trilogia di "Seeker" è composta da:

01. Seeker - Seeker
02. Traveler - Seeker la Ribelle disponibile dal 7 giugno 2016
03. Disruptor - ancora inedito
 --
--
Benvenuti nel mondo di Seeker!
Essere Seeker è un onore, una missione, un destino, che la giovane Quin Kincaid, oltre ad averne diritto per nascita, ha saputo conquistare e meritarsi. 
È tutta la vita che si prepara a questo momento e finalmente è arrivato. A mezzanotte, alla Pietra Sacra, Quin pronuncerà il giuramento, come molte generazioni della sua casata prima di lei.
Allora sarà una Seeker, condividerà con i suoi antenati i nobili doveri che questo comporta e potrà combattere al fianco dei suoi compagni, Shinobu e John - il ragazzo di cui è innamorata nonché suo migliore amico - per rendere il mondo un posto migliore.
Insieme, porteranno la luce nel cuore delle tenebre e le loro imprese entreranno nella leggenda.
Il futuro di Quin è già scritto. Ed è semplicemente glorioso.
Ma, subito dopo la cerimonia, cambia ogni cosa. Perché essere un Seeker non è quello che Quin credeva. E non lo è nemmeno la missione, la sua famiglia, i suoi amici, il ragazzo che ama... 
È tutto una terribile menzogna. Ormai però è troppo tardi per tornare indietro.
Il primo, adrenalinico capitolo di una straordinaria serie, Seeker, contesa dagli editori di tutto il mondo e in corso di pubblicazione in 16 Paesi.

 

Considerazioni.
Ecco, oggi vorrei proprio consigliarvi uno di quei libri fantasy che si vogliono leggere quando si ha necessità e sentimento di qualcosa di nuovo, di nuovo e di leggendario.

Arwen Elys Dayton (che mi suona quasi come il nome di una fata), al suo primo romanzo, ci porta qui nel mondo dei Seeker.
Quin Kincaid, intelligente e volitiva ragazza quindicenne, sa meglio di tutti che essere un Seeker è un'onore, qualcosa che deve essere guadagnato, meritato, ed è proprio così che si è guadagnato il titolo: con il sudore e la determinazione. Noi la conosciamo nel giorno in cui deve prestare il giuramento di Seeker, a mezzanotte, presso la Pietra Sacra, posto in cui è tradizione pronunciare le parole che le permetteranno di combattare per i nobili scopi affidatele e tramandatele dai suoi antenati, al fianco degli amici di lungo corso, quelli che le stanno più a cuore.

Quin, prima dell'investitura di Seeker, crede di sapere a cosa sta andando in contro nutrendo le fila dei Seeker, crede di aver compreso quale incarico sia quello di difendere i più deboli, vivere in ragione della verità e della giustizia, ma la realtà è ben diversa.  

E Quin lo scopre una volta pronunciato il giuramente al suo ordine
Certo ci sono due amici a cui Quin può affidare la sua vita - uno è Shinobu e l'altro è John: il primo è l'amico a cui si confida per tutto, il cugino sincero e amico confidenziale, il secondo e quello a cui Quin ha donato il suo cuore - ma la vita da Seeker è comunque difficile e diversa dallo sperato, diverse sono le persone su cui deve fare affidamento, diversi gli amici, diverse le prospettive.

Che sia tutta una menzogna? Che quello che Quin ha visto come uno scopo nella vita sia in realtà soltanto un'altra prigione?

"Seeker" si presenta sin da subito come un romanzo decisamente dinamico (per via dei diversi punti di vista utilizzati per narrare la storia), interessante (per via dell'intreccio), impregnato di magia, piacevole e adatto ad essere lettore da un gruppo eterogeneo di lettori - non badate troppo alla collocazione YA, può essere letto davvero da chiunque, purchè voglia abbandonarsi ad una storia semplice ma avvincente - e che consiglio a coloro che vogliono leggere una storia in breve tempo - che scorra velocemente, che lasci un segno e dia una ragione per continuare a leggere i seguiti (il secondo romanzo, grazie alla Sperling verrà pubblicato il 6 giugno, quindi non dovrete attendere molto).

La cosa che ho apprezzato maggiormente è il fatto che l'autrice abbia saputo sfuttare al meglio l'elemento caratteristico del genere, ovvero l'elemento magico. In realtà La Dayton non inventa niente di nuovo, abbiamo già visto in altri libri la presenza dell'elemento magico inseriti nei più svariati oggetti: come prugnali, ecc..., ma qui è piacevole vedede come la magia, in un modo o nell'altro sia sempre presente, in piccole dosi, ma sempre pronto a spuntare qua e là nel momento più opportuno, in modo tale da aggiungere qualcosa in più alla scena, o al personaggio o ancora alla situazione. E credetemi quando vi dico che vi troverete di fronte agli oggetti più disparati, ci sono pugnali o amuleti magici fino ad arrivare alle Athame, ovvero oggetti pià complessi che permettono di trasportare le persone nel tempo.

Complessivamente è dunque un romanzo davvero piacevole, che sa intrattenere e lo fa con mestiere e convincimento. Devo confessarvi che grazie alla scrittura semplice e lineare della Dayton è facile seguire questa storia mutevole (sia per situazioni, che per ambientazioni), non così prevedibile come ci si attende, caratterizzata da personaggi che non si sprecano in troppi virtuosismi e che si buttano nell'azione cercando di sopravviverea situazioni e momenti critici.

E' inoltre facile affezionarsi ai personaggi, che entrano nel cuore e sono gradevole da incontrare. Decisamente Consigliato.


Let's Go See The Stars print from original by JessicaIllustration:

Arwen Elys Dayton ha condotto accurati studi per mesi prima di scrivere i suoi romanzi. Le ricerche l'hanno portata in giro per il mondo, dalle grandi piramidi d'Egitto a Hong Kong, passando per la Scozia e i suoi castelli. L'autrice vive con il marito e i tre figli sulla costa occidentale degli Stati Uniti.

Presentazione ed estratto per "Il Patto del Marchese" di Giovanna Roma

sabato 21 maggio 2016





--

Carissimi lettori, oggi ospito un'iniziativa creata dall'autrice del romanzo che vi sto per presentare, ovvero Giovanna Roma. E' uscito infatti da qualche giorno (precisamente il 18 maggio) il libro (al momento solo in ebook) "Il Patto del Marchese", che si propone essere una parentesi un po' diversa rispetto a quanto scritto normalmente dalla Roma, che solitamente scrive romanzi Dark Romance.

"Il Patto del Marchese" si presenta come un romanzo certamente regency, ma con qualche sfumatura marcatamente hot, caratteristica dell'autrice, che ha fatto del romanzo romance in salsa "forte" il suo marchio di fabbrica.
Non posso dirvi di più in quanto non ho ancora avuto modo di leggerlo, ma la trama sembra essere intrigante, un perfetta lettura per qualche ora da passare immergendosi in un passato piacevole e pieno di intrighi, tanto avventurosi quanto amorosi. Ma andiamo a vedere nel dettaglio il romanzo in questione ...


 




---oOo---
 Il 
Patto 
del Marchese
di Giovanna Roma
pagine 500
prezzo 0.99€
fino al 24.05.16
poi 2.99€
Self-pubblishing
dal 18 maggio 2016

--o--












Come reagireste se l'uomo più in vista del Regno vi porgesse il suo aiuto?

Accettereste la sua buona offerta, certo.

Non consideratemi un'ingrata per averla rifiutata. Ho le mie ragioni. Dietro la facciata di un lord magnanimo e misericordioso, si cela il più infido dei serpenti, pronto ad approfittarsi delle difficoltà di una donna per il suo diletto. La vita di corte dev'essere molto noiosa se è giunto fino a qui.

Bramate la bontà nel vostro soccorritore, non le fattezze della veste o del viso e siate sempre prudenti al cospetto di un marchese.
 --
 --
---o- Estratto inedito dal Romanzo -o---

«Per favore non ditele niente, ne è all’oscuro... Non l’ho mai confidato a nessuno.» Russell imbocca la stradina per andarsene senza una parola.

«Vi prego, posso contare sulla vostra comprensione?» O devo disperare?
«Si farà a modo mio» sentenzia dandomi le spalle e voltando appena la testa. 
«E quale sarebbe il “vostro modo”?» mormoro. In fondo al cuore non voglio saperlo. Si gira completamente verso di me, rimette le mani dietro la schiena e mi osserva dalla testa ai piedi. Mi fa sentire una merce in esposizione su un bancone. 
«I piaceri che potrei far scoprire al vostro corpo se me lo donaste...» Cosa? «Non avete idea di come potrebbero ridurvi le mie abilità sotto le lenzuola. Sarebbe sufficiente una notte per rendervi dipendente.» Mai! Verrei sezionata viva. 
«Cose che le gentildonne possono solo sognare. Io stesso sento che non posso combattere le mie passioni a lungo quando si tratta di voi.» Talbot e Frederick Blackwar proponevano di aprirmi le porte de La Maison Bleu. Russell invece non vuole condividermi con altri uomini, ma vantare l’esclusiva della mia compagnia. Cos’è peggio? Appartenere a tutti o all’unico che può ferirti veramente? Per lui è tutto un gioco. Anche suo padre ha detto che è circondato dalle donne. O questa, o quella, o me non farà differenza per lui. Non sopporterei di essere l’amante di Talbot, ma morirei se dovessi diventare quella di Russell, perché finirei col cedere il mio cuore a un uomo che lo calpesterebbe col tacco dello stivale e il sorriso sulle labbra. 
«Da quand’è che siete diventato così infido e degenerato?» 
«Vi voglio nel mio letto, Annabelle» chiarisce con occhi luccicanti. 
«Temo che rimarrete insoddisfatto» digrigno i denti per la rabbia. «Preferisco cedere la mia virtù amLord Talbot, piuttosto che a voi.» 
«Non sapete quello che dite. Credete che vi lascerà libera di andare, dopo?» sbotta in un moto di rabbia. 
«L’inesperienza rende le donne come voi ignoranti e, per questo, poco giudiziose, avventate, precipitose» deride, cercandomi una giustificazione. 
«Voi vi fermereste?» lo fronteggio a testa alta. Il sorriso sulle sue labbra mi dà ragione. 
«No, ma non rincorrerei solo il mio piacere, come farebbe lui. Approfitterei di ogni occasione per infiammarvi di desiderio, vi istruirei ai principi del piacere. So essere un amante molto premuroso.» 
Si avvicina e corro via nel senso opposto. Sono costretta a percorrere il sentiero più lungo per rincasare e scopro che è inutile a metà percorso. Russell mi ha tagliato la strada, saltando un'aiuola. Maledetto sportivo! 
«No» dico puntando le mani avanti. «Giuro che mi metto a urlare» minaccio, quando ormai è a un palmo da me. 
«Vi tapperò la bocca come da bambini. Ricordate, Annabelle?» 
«Andate via» piagnucolo avvolta dalle sue forti braccia. 
«Se non desiderate collaborare allora accelererò i tempi» bisbiglia all’orecchio. Mi volta di scatto e preme la mia schiena contro il suo petto di pietra. Una mano artiglia dolorosamente il seno e l’altra mi chiude la bocca. 
«Prenderò la vostra verginità adesso, così Talbot non sarà più un problema.» Mi agito, lo graffio, lo strattono per come posso, fino a quando la sua lingua scivola sul mio collo dandomi i brividi.
«Il vostro destino è stato segnato il giorno in cui vi ho incontrata.» La sua mano scivola languida sul mio addome. Con grande stupore, non è disgusto ciò che provo, bensì una sconosciuta forma di piacere. Un piacere che non potrà mai essere mio e io non dovrei mai avere dei pensieri come quelli al ricevimento di Lord David. Riesco a mordergli forte un dito e a fargli allontanare la presa. 
«Avete vinto. Russell, avete vinto.» Proclamo la mia sconfitta senza fiato. 
«Avete ragione voi, siamo legati. Faremo a modo vostro, ma vi supplico, adesso fermatevi» piagnucolo sommersa da una marea di sensazioni. Scioglie l’abbraccio e mi accascio al suolo devastata. «Inizia il conto alla rovescia, Annabelle.»

© Giovanna Roma – Il patto del marchese

Giovanna Roma Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi La mia vendetta con te e il suo sequel Il Siberiano.

Un pizzico di polvere fatata ... e tutto è possibile!

giovedì 19 maggio 2016



Oggi vorrei solleticare il vostro lato infantile e proporvi una lettura un pò diversa, che parla di libri, di magia, e di possibilità fantastiche, in tutti i sensi. 
La casa editrice Giunti ha infatti inaugurato da qualche tempo la collana "Bestseller dal Mondo" in cui propone i romanzi, per ragazzi, che hanno risvegliato più interesse a livello internazionale.
 --
Devo dire che questo romanzo in particolare, che si intitola "Book Jumpers", di una giovane scrittrice tedesca, ha risvegliato in me il fanciullesco entusiasmo di ragazzina, proponendomi la storia dei Viaggiatori, ovvero persone che possono viaggiare nei libri. Avete capito bene, nei libri, perchè entrano nel romanzo, conoscono i personaggi e s'immergono nelle ambientazioni dei romanzi in cui si avventurano. 
 --
Dal Mago di Oz, ad Alice nel paese delle Meraviglie fino a giungere al Piccolo Principe la Gläser ci conduce in un mondo letterario fantastico e bellissimo, pieno di possibilità e soprattutto propone il sogno di qualsiasi lettore, qualunque età abbia: entrare nel libri che legge.










---oOo---
Book 
Jumpers
di Mechthild Gläser
Pagine 352
Prezzo 10,00€
Ebook 6.99€
Giunti
già disponibile

--o--










 

"Book Jumpers" è un intreccio di storie tra realtà e fantasia, ambientate in una misteriosa isola del nord della Scozia, scritto da un'emergente giovane autrice, Mechthild Gläser, che ha conquistato gli amanti dei libri di ogni età e i blogger di tutto il mondo. 

Quando ha lasciato il suo paesino in Germania per passare le vacanze sull'isola scozzese da cui proviene sua madre, Amy non si sarebbe mai aspettata di poter "saltare" nei libri e di trovarsi faccia a faccia con i suoi personaggi preferiti della letteratura. Ma quella che poteva sembrare un'affascinante avventura si trasforma in un'impresa pericolosa quando cominciano ad accadere strane sparizioni... 
Un romanzo che intreccia il mondo del fantastico con la vita reale della protagonista: la scoperta dalle proprie origini, l'incontro con il primo amore, una vita familiare complessa.  
Un libro avvincente, un'avventura fantastica dove incontrare "faccia a faccia" i personaggi della letteratura: dalla tigre Shere Khan del Libro della Giungla al giovane Werther di Goethe, combattendo contro le streghe di Macbeth, o sognando su una duna di sabbia con il Piccolo Principe.

cover originale

 ---o- Perchè potrebbe interessarvi questo romanzo -o---

Una vacanza su un'isola scozzese, presso una nonna ricca e con una grande casa stramba in stile vittoriano, un luogo a dir poco fiabesco, che sembra non essere stato sfiorato dal tempo, una biblioteca particolarmente fornita, con volumi altrettanto particolari, che custodiscono segreti, alcuni di essi magici, con una predisposizione al trasporto dei Viaggiatori, ovvero coloro che possono viaggiare attraverso i libri, visitare tutti i luoghi e conoscere fisicamente i personaggi descritti nei roamnzi. E una Viaggiatrice è anche Amy Lennox, la protagonista del romanzo in questione ...Una vacanza su un'isola scozzese, presso una nonna ricca e con una grande casa stramba in stile vittoriano, un luogo a dir poco fiabesco, che sembra non essere stato sfiorato dal tempo, una biblioteca particolarmente fornita, con volumi altrettanto particolari, che custodiscono segreti, alcuni di essi magici, con una predisposizione al trasporto dei Viaggiatori, ovvero coloro che possono viaggiare attraverso i libri, visitare tutti i luoghi e conoscere fisicamente i personaggi descritti nei roamnzi. E una Viaggiatrice è anche Amy Lennox, la protagonista del romanzo in questione ...



Mechthild Gläser  è nata nel 1986 a Essen, in Germania, e oggi vive e lavora nella Ruhr. È laureata in Scienze Politiche, ma le piace inventare storie e ha presto iniziato a scriverle. È considerata una delle più promettenti giovani autrici tedesche contemporanee. Book Jumpers ha catturato in pochissimo tempo l’attenzione del web e ha esaurito, in soli tre mesi, le prime due tirature, diventando in Germania un immediato bestseller. 

Recensione: "Borderlife" di Dorit Rabinyan

lunedì 16 maggio 2016

 







  ---oOo---
Borderlife
di Dorit Rabinyan
pagine 370
prezzo 16.40€
Longanesi
già disponibile
voto:
★★★★
--o--













Liat, una quasi trentenne israeliana, fa la traduttrice e si trova a New York per una borsa di studio. 
Qui conosce Hilmi, un palestinese di Ramallah che fa il pittore e ha due anni meno di lei, gli occhi color cannella, riccioli neri e un sorriso infantile che spezza il cuore. 
La loro appassionata storia d’amore si intreccia con la consapevolezza dell’incompatibilità di una relazione dal destino già segnato. 
Infatti, la loro appartenenza a una terra tormentata e divisa non può che separarli e porre fine a ciò che è iniziato nel freddo grigiore newyorkese. 
Tutto è filtrato dagli occhi di lei, attraverso lo straniamento che prova insieme a una fortissima e per lei inedita attrazione fisica. 
Una scrittura forte e commovente come la passione che racconta, un romanzo che ha saputo resistere a divieti e proibizioni, diventando un fenomeno culturale e sociale.


 
 --
--
Considerazioni.
Buon lunedì carissimi lettori!
Per introdurvi alla nuova settimana, che mi vede inaugurarla con un bel viaggetto al Salone del Libro di Torino (non vi dico la felicità di potervi tornare dopo un paio di anni che i problemi mi perseguitavano e non riuscivo ad andarci!) ecco che vi propongo un romanzo appena portato in Italia dalla Longanesi e che in patria è stato bandito per i suoi contenuti.

"Borderlife" ci porta tra New York ed Israele, con la difficile storia d'amore tra Liat e Hilmi, che nasce in un contesto a loro favorevole, la moderna e multuculturale New York, dove tutto sembra possibile - anche l'amore proibito tra un ragazzo palestinese e una ragazza ebrea - attraversa il mondo, ma non trova possibilità e riconoscimento alla luce del sole laggiù dove vorrebbe essere vissuto e maturato, ovvero in Israele.

E' una storia dolce, malinconica e triste, quella - semi-autobiografica - che ci viene raccontata con struggimento, quasi l'autrice provasse amarezza per quanto accaduto nel suo passato, per l'amore che non ha saputo vivere appieno per Hilmi.
Perchè - più di tutto - è questo che si legge tra le righe: il rimpianto. Quest'ultimo si legge in ogni momento felice che ci viene raccontato, in ogni sorriso, in ogni litigata senza senso o per motivi che non potranno, per una ragione o per l'altra, essere mai risolti del tutto, perchè religiosi, perchè di odio profondo che perdura da troppo tempo.

Liat, tornando indietro nel tempo, ci racconta una storia d'amore davvero bellissima - forse più romantica di quanto è stata, vista a posteriori, moltiplicata dai ricordi, smorzata nei contorni dal tempo - che vuole essere un fiore nel deserto dell'odio che si sta trascinando da secoli in quella piccola striscia di terra che accoglie Israele. 
In patria è stato sconsigliato - e se non erro anche vietato nelle scuole - perchè troppo incline e favorevole alle coppie miste palistenesi/ebrei, ma in realtà è davvero una storia toccante e drammatica che si sofferma su come la società, le ideologie, le religioni e le tradizioni possano rendere difficili anche i rapporti potenzialmente più tenaci.

La Rabinyan descrive benissimo i problemi che crepano, mano a mano sempre più, la coppia formata da Liat e Hilmi, che vive alti e bassi tra accettazione delle regole, ostilità delle famiglie e sguardi (e quindi pensieri) della gente che incontrano per strada. 
Sebbene la storia si svolga in breve tempo, si è testimoni tanto del grande amore che c'è tra i due protagonisti quanto delle fragilità che emergono in rapporto alla dura realtà, all'apparire della quale, tra i due, la più debole si dimostra essere sicuramente Liat, che non riesce a trovare la forza per vivere serenamente il rapporto, e queste paure, queste incertezze, minano poi profondamente l'amore che provano l'iuno per l'altro, corrodendo il sentimento.

"Borderlife" è un romanzo che apprezzato tanto per le tematiche, le riflessioni che ha sollevato in me e per me, quanto per lo stile della sua autrice, che con bravura, onestà e cuore ci racconto la sua storia toccante e ancora troppo fresca per essere vista con distacco e per non far trasparire i sentimenti più forti, come l'amore, la rabbia, l'amarezza, la paura e il dolore della perdita.

E' una storia che mi sento di consigliare a tutti coloro che amano le storie profonde, intense, che vogliono comunicare qualcosa di profondo e onesto, un'insegnamento che ci arriva da qualcuno che  ha imparato sulla pelle, a caro prezzo.  


 Old Jaffa Street -- Israel:

--
Dorit Rabinyan, scrittrice e sceneggiatrice israeliana. Dopo un periodo di ricerca artistica che spazia dal teatro alla televisione, torna dopo dieci anni alla scrittura con Borderlife che si è aggiudicato il Bernstein Prize - prestigioso riconoscimento israeliano che premia ogni anno giovani scrittori. Diventato subito un caso editoriale, Borderlife narra l'amore tra una giovane ebrea e un artista palestinese sullo sfondo della New York post 11 Settembre. Il romanzo ha suscitato un grande clamore mediatico internazionale dopo essere stato escluso dai programmi scolastici in Israele poiché considerato inneggiante a matrimoni misti, scatenando immediate reazioni indignate di importanti intellettuali di tutto il mondo.