Recensione: "Trollhunters" di Guillermo del Toro e Daniel Kraus

lunedì 30 novembre 2015

 
---oOo---
Trollhunters 
di Guillermo del Toro 
e Daniel Kraus
Pagine 349 
Prezzo 14,90€
DeAgostini
già disponibile
voto:
 3/5
--o--






La serie "Trollhunters" è composta da:

1. Trollhunter - Trollhunters
2. altri a seguire
È un sonnolento pomeriggio di fine estate a San Bernardino. Il sole è quasi tramontato, i fratelli Sturges pedalavano veloci mentre si inseguono con le loro pistole di plastica. 
cover originale
Poi Jim, il più piccolo dei due, vede Jack entrare nell'ombra di un ponte. Non è un bello scherzo, pensa il Jim mentre prova a raggiungere il fratello e si lascia inghiottire dalle tenebre. 
All'improvviso, però, qualcosa si muove: una creatura più nera dell'ombra si si stacca dalla parete… Jim fugge, ma è solo. A partire da quel pomeriggio, di Jack non saprà più nulla. 
Molti anni dopo, toccherà al giovane Jim Jr., il figlio dell'unico sopravvissuto dei fratelli Sturges, il compito di trovare una risposta. 
Cosa è successo a zio Jack, quel pomeriggio di estate? E, soprattutto, è vero quello che si dice in città? 
Che furono i troll - creature orrende e affamate di esseri umani - a rapire Jack e insieme a lui molti, moltissimi altri bambini? Una storia che mette i brividi a firma di Guillermo del Toro, maestro dell'horror e del fantasy. Un romanzo indimenticabile che vi divorerà.
Considerazione.
Avevo letto il primo romanzo della serie "The Strain", di Del Toro, ma sinceramente non vi aveva colpito, a diferrenza dei film.

Invece questo primo romanzo della serie "Trollhunters" l'ho decisamente apprezzato. Certo alcune cosette (come l'inizio non proprio delizioso) mi hanno lasciato qualche riserva, tuttavia, nel complesso ho trovato la storia molto buona e intrigante soprattutto per i ragazzi, a cui il romanzo è principalmente diretto.

1969. Del Toro e Kraus, ci narrano della storia di Jack e Jim, due fratelli di poco più di una decina di anni, che mentre scorrazzano con le loro bicilette, giocando come al solito, passano sotto un ponte, prima Jack, il fratello maggiore, e poi Jim, il quale, uscendo da sotto il ponte non trova più il fratellone maggiore. Jim ha solo il tempo di intravvedere una figura sinistra, proveniente da una parete, che strappa al suo mondo il fratello Jack, e si trova da solo e perso. Come lui, tanti altri fratelli, in quel periodo, vedranno sparire dei bambini ... misteriosamente. Inizia un periodo brutto e oscuro per San Bernardino, in quanto iniza un' epidemia vera e propria di scomparsi e di bambini che le cui fotografie vengono apposte sui Cartoni del Latte.

Trascorrono anni, e troviamo Jim ormai genitore, con tanti sensi di colpa, un divorzio alle spalle e tanti brutti ricordi dovuti alla scomparsa del fratello. Jim non si è mai rassegnato alla perdita dell'amato Jack (tanto da dare al figlio lo stesso nome) e ha costruita la sua esistenza cercando di difendersi dal passato tragico. Jim ha spezzato un matrimonio, condizionato il figlio e si è costruito una vita a protezione di quella tragica notte.

Esempio? James Junior deve sempre tornare presto se esce, non può intrattenersi troppo con gli amici, non può vivere senza le barricate che il padre gli ha eretto intorno a casa, non può confidarsi con nessuno perchè non può avere rapporti stretti con nessuno dei suoi compagni, o almeno il padre così crede. Si, perchè almeno un amico, Jame J., ce l'ha: Tobias, detto Tub, tanto strano quanto lui e con problemi familiari e scolastici simili ai suoi (Tub vive con la nonna, i gatti di quest'ultima ed è vittima di bullismo a scuola per il suo aspetto cicciottello).

Tra giochi da ragazzini e problemi quotidiani la vita di James J. e Tub trascorrono una vita abbastanza noiosa, tranquilla, fino a quando James, una notte, non viene portato nel sottosuolo e conosce il mondo dei Troll. Tornato in camera sua, la mattina dopo, coinvolge anche Tub, il quale decide di dargli man forte alla scoperta di quanto accaduto all'amico...

Vi basti sapere che ne succedono delle belle e che sebbene si veda l'intenzione di proseguire con altri romanzi, il romanzo ha una degna conclusione, per un primo capitolo di una serie.
Come vi dicevo in apertura, sebbene avessi delle riserve, ho trovato questo romanzo davvero particolare e avvincente nelle dinamiche. Il mondo sotterranei dei Troll, le paure di Jim, la vita asfissiata e asfissiante di James J. e il personaggio di Tub sono tutti elementi molto positivi che hanno reso la storia molto affascinante anche una lettrice poco propensa a leggere romanzi che vengono classificati con il genere horror.

Certo ci sono dei difettucci, come il fatto che gli elementi horror sono tali (un controsenso, ma concedetemelo visto che ho fatto un grande sforzo nel leggerli) e quindi difficili da digerire (specie se prima o dopo i pasti), che la cupezza è assoluta (caratteristica conferita da Del Toro, credo) e che a volte non so se lo definire una lettura da ragazzi (io a quell'età non l'avrei mai letto, per esempio),  tuttavia devo dire che è un libro che mi sento assolutamente di consigliare, in quanto tratta tematiche importanti e a tutto tondo (amicizia, bullismo, rapporto padri e figli, amore, famiglia, il concetto dell'"altro", ecc...) che creano un legame affettivo al romanzo che si fa leggere e apprezzare genuinamente.

A chi ama il genre creepy, halloween e tutto quanto fa un pò paura non può mancare di leggere questo romanzo, ma per chi fosse indeciso, consiglio ugualmente di leggerlo per la bravura degli autori di arrivare con immediatezza, per lo stile e per la capacità di "incastrare" tutti gli elementi in modo perfetto!!



Guillermo del Toro è un pluripremiato regista, sceneggiatore e produttore cinematografico. Ha al suo attivo film di successo come Il labirinto del fauno, Hellboy, Lo Hobbit e Pacific Rim. Qualche anno fa, ha esordito anche nel ruolo di scrittore con la serie horror La progenie pubblicata in Italia da Mondadori e diventata una famosa serie tv con il titolo di The Strain.
Daniel Kraus è scrittore, editor e regista. Collabora con numerose riviste, ha diretto e prodotto film e documentari per il cinema. Il suo romanzo d'esordio è L'estate del coprifuoco, pubblicato in Italia da Einaudi.

Edicolors presenta i suoi fiocchi di neve...

sabato 28 novembre 2015

Oggi non sono molto in forma, per cui perdonate questi giorni di latitanza, ma sto cercando di riprendermi ... nell'attesa di nuove ed invitanti recensioni, vi propongo delle letture disponibili nel periodo natalizio che si avvicina e di una casa editrice che ho scoperto da pochissimo tempo. Spero vi possano piacere e possiate trovare ispirazione da essi.


 Il nuovo romanzo di Alessandro Aghina 
è il secondo volume della serie fantasy-sci-fi “Fiamma e Tenebra”. 






---oOo---
Extinction
Fiamma & Tenebra vol. 2
di Alessandro Aghina
400 pagine
Prezzo 14,00 €
Prezzo ebook 2,99 €
già disponibile
--o--








La serie "Fiamma e Tenebra" è composta da:

1. Le torri del potere
2. Extinction



“L’uomo è schiavo innanzitutto delle sue paure” predica il Mistico, il misterioso liberatore di schiavi delle Terre del Moldan. Ari, la giovane scout protagonista del primo volume della serie, scoprirà ben presto che nei mitici “I Tredici Regni”, le Terre al di là del mare di Dolan, anche solo un piccolo errore potrebbe esserle fatale.
Assieme a un inaspettato compagno di viaggio, Ari affronterà, suo malgrado, una nuova avventura dal cui esito dipenderà la sopravvivenza dell'intera razza umana.
Stirpi reali dotate d’inquietanti poteri psichici, organizzazioni di crudeli assassine, monaci guerrieri maestri delle discipline della mente e gli immancabili Antichi che rimescolano le carte del mazzo a loro piacimento: con tutto questo si dovrà misurare Ari la giovane scout protagonista del primo volume della serie.
Mentre l’intrigante Ezri scoprirà ben presto che il potere conquistato, può essere perduto con estrema facilità. 
In questo secondo volume della serie Fiamma e Tenebra, ci si addentrerà nei mitici “Tredici Regni” del Moldan; in quelle spietate terre feudali il più insignificante degli errori può avere conseguenze nefaste.


Alessandro Aghina è un esperto di chimica “prestato” al fantasy. Sales manager con esperienza sia in Italia che in Germania, infonde la sua passione per il dettaglio e l’organizzazione nel primo romanzo pubblicato con Edicolors, "Fiamma&Tenebra. Le torri del Potere". L’autore ha infuso nella saga “Fiamma & Tenebra” i principali aspetti del fantasy, adottando l’amore per l’intrigo senza troppo spazio alla magia (come nel celebre Game of Thrones di George R. Martin); ha creato un mondo alternativo credibile e ben strutturato (concetto base dell’opera di JRR Tolkien de “Il signore degli anelli”), aggiungendo gli intrecci e la fantascienza del “Dune” di Frank Herbert.
--o--
 Luolo è un piccolo fantasmino con una stramba particolarità: 
è terribilmente fifone! 
Ha paura perfino della sua ombra!
 Fortunatamente s’imbatte nel vecchio gufo reale Orlando che,
 assieme ad altri bizzarri personaggi lo aiuterà a diventare un fantasma vero e proprio
 e a superare le sue paure.
."Luolo" è una serie di cinque o sei episodi a se stanti 
che vedranno come protagonista questo bizzarro ma tenerissimo fantasmino.








 ---oOo---
Luolo
di Elisabetta Morandi 
Illustrato da Ronny Gazzola
  pagine  64
prezzo 12 €
prezzo ebook 2,99€
già disponibile
--o-- 





Giungendo nei pressi del castello di Orlando, la prima volta che Luolo vede la sua immagine riflessa in un fossato, scoppia in un urlo terrorizzato: è talmente fifone da aver paura perfino di se stesso! Per fortuna accorre ad aiutarlo Orlando, un vecchio gufo reale un po' scorbutico ma di cuore. Luolo è in condizioni pietose: il suo lenzuolo è lurido e tutto strappato. Orlando decide, allora, di portarlo da Camilla, una contadina che vive vicino al castello di Orlando, per dargli una ripulita.

Una volta lindo e nuovo di zecca, Orlando accompagna il piccolo fantasma dal mulino abbandonato di Leopold, un grosso spettro con un senso dell'umorismo un po' lugubre che ama spaventare la gente: Orlando chiede a Leopold di insegnare a Luolo qualche "trucco del mestiere". Purtroppo, questo compito si rivela molto arduo: Luolo ha troppa paura per poter anche solo pensare di spaventare qualcun altro! Il piccolo fantasma confida di voler, piuttosto, essere uno spettro "da fracasso". 
Ritornati al castello di Orlando, il vecchio gufo annuncia una sinistra notizia: intorno al maniero stanno accadendo cose strane, vi è un continuo andirivieni di gente, e ben presto si scoprirà che degli investitori vogliono trasformare il castello in un hotel e i territori vicini in un campo di golf! 
Orlando e la compagnia non staranno certamente a guardare: aiutati da strani personaggi, come la gattina nera Luna, la biscia di fiume Calendula, le "Tre Grazie", il corvo Kraki e una nutrita famigliola di topi e pipistrelli, riusciranno i nostri eroi a impedire che il castello di Orlando venga raso al suolo? 
E soprattutto, riuscirà Luolo a scacciare definitivamente le proprie paure e a diventare un vero e proprio fantasma di successo?


Elisabetta Morandi è nata a Cles, in Trentino, il 12 novembre 1955 da madre italiana e padre svizzero. Vive nella Svizzera tedesca nel 1979. Ha sempre scritto, ma fino a qualche tempo fa la sua attività in questo campo si limitava a quella del “ghost-writer” per la sua piccola società. Ha pubblicato il racconto illustrato per bambini da sei anni in poi, Paolino e lo stagno (Kimerik 2010, 92 pp.). Ha scritto vari libri, fra cui la serie di racconti per bambini Luolo, romanzi e volumi di cucina. Ha una formazione di marketing, parla correntemente cinque lingue, è libera professionista nel settore marketing/sviluppo di mercato per beni industriali, soprattutto nei paesi emergenti dell’Asia e Sud-America- Il suo sito personale è http://elisabettamorandi.ch. È in contatto con organizzazioni, piccole librerie, ecc. per proporre letture dal vivo e altro. La sua rete di contatti sviluppata nel suo lavoro di marketing faciliterebbe anche la realizzazione di edizioni in tedesco, cinese e americano. Terza classificata al Concorso Nazionale di Narrativa per l'Infanzia organizzato dal Circolo ARCI Renzino, Foiano della Chiana (AR) con il racconto "La nonna in prestito". La favola "L'inverno e la vecchia" è tra le opere segnalate che hanno partecipato al concorso "Giovani talenti e non solo" organizzato dal Comune di Angiari (VR). Classificata tra le 24 favole pubblicate in un'antologia con "Il falò". Il concorso letterario "UN AMORE DI MERENDA" è patrocinato dall' Associazione artistico culturale Progetto e Materia, Banchette (TO).
--o--
Una bellissima filastrocca
 sull'unicità e autenticità dei sentimenti






 ---oOo---
Feeling
Factory
a new ability to feel liberty
di Vincenzo Maselli
  pagine  48
prezzo 11,90 €
prezzo ebook 2,99€
già disponibile
--o--






In un paese lontano esisteva una fabbrica dove un uomo creava “oggetti sentimenti”. Ma questi sentimenti con il tempo invecchiavano ed era impossibile rifabbricarli. 
Tutti rispettavano questi oggetti, perché da loro dipendevano affetto e amore. 
Un giorno un garzone fece cadere il sentimento del suo amore per una fanciulla. Cadendo il sentimento si guastò, ma non si ruppe. 
Il garzone capì che questi sentimenti potevano essere modificati e, così, anche le sensazioni cambiavano. 
Un’amicizia poteva trasformarsi in un amore, un’antipatia in una simpatia, un affetto poteva aumentare di dimensioni. 
Da questo momento i sentimenti non furono più fabbricati, e tutti potevano deciderne dimensione e forma.
Vincenzo Maselli nasce a Modugno, una cittadina pugliese, nel 1989. Si laurea a Roma nel 2014 in Design, Comunicazione Visiva e Multimediale con una tesi dal titolo “feeling factory”, un cortometraggio in claymation e un libro illustrato per bambini. La sua passione per il mondo dei bambini lo spinge a frequentare il corso internazionale di Alta Formazione in Design for Kids and Toys presso il Politecnico di Milano. Oggi è dottorando di ricerca presso la facoltà di Architettura della Sapienza di Roma e aspira a lavorare nel mondo del design e dell’editoria per l’infanzia. 
--o--
 
Una magica storia d'amore
 sospesa tra sogno e realtà.






 ---oOo---
La storia
di un sogno 
di Elsa Caselli
Illustrazioni dell'autrice

  pagine  48
prezzo 16 €
prezzo ebook 2,99€
già disponibile
--o--






Durante una passeggiata in collina, Idriene incontra Sioè, suo grande amico. Ben presto, entrambi si accorgeranno di amarsi l'un l'altro. 
Il loro amore, però, viene ostacolato nel momento in cui Sioè cade addormentato, dopo che una nota stridente rompe l'incanto della loro pace. 
Nel sogno, Sioè sarà costretto ad affrontare innumerevoli situazioni che metteranno alla prova il suo coraggio e la sua volontà. 
Guidato dalla bontà del proprio spirito armonioso, e dal forte desiderio di ritrovare Idriene, la sua Principessa, Sioè sconfiggerà i propri demoni interiori in nome dell'amore, che uscirà vittorioso da questa fiaba sospesa tra sogno e realtà.
 
Elsa Caselli nasce a Nizza nel 1976. Ha i primi incontri con la pittura alla scuola primaria, quando il professore le domanda di fare disegni ispirati alle poesie che le vengono insegnate. Elsa vive allora su una collina di Nizza, tra antichi castelli. La poesia viene dalla natura che la circonda, dai cavalli e dal vento. Contemporaneamente Elsa coltiva i suoi studi in Economia e Sociale, sviluppa la sua passione per i colori e scopre Modigliani. Ottenuto il diploma in Economia e Sociale, comincia a viaggiare per frequentare scuole d'arte e visitare musei. Elsa trascorre due anni a Londra alla Chelsea College of Art and Design, tre anni a Roma alla Accademia delle Belle Arti, un anno a Firenze e un anno a Genova, sempre nelle belle arti, conseguendo diplomi ed attestati. Nel suo percorso artistico, nelle città in cui vive, è coinvolta ed assorbita dalla bellezza artistica dei luoghi, dei parchi e giardini.