☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Recensione: "La finestra alla luce" di Lucinda Riley

mercoledì 27 febbraio 2013

 Dall' autrice del bestseller internazionale 
"Il Giardino degli incontri segreti" 
il nuovo romanzo di Lucinda Riley .

 

 
---oOo---
 La finestra 
alla luce
di Lucinda Riley
Pagine 624
Prezzo 9.90€
Giunti
dal 16 gennaio
--o--







Oggi
Emilie de la Martiniéres ha sempre lottato contro la sua famiglia aristocratica, ma dopo la morte del sua madre molto glamour si ritrova sola al mondo ed erede unica della sua casa d'infanzia nel sud della Francia.
The Light Behind The Window
cover originale
Un vecchio quaderno di poesie la conduce alla ricerca della misteriosa e bellissima Sophia, la cui tragica storia d'amore ha cambiato il corso della sua storia familiare. 
Come Emilie dipana la storia, anche lei intraprende il proprio cammino di scoperta, rendendosi conto che il castello può fornire indizi per il suo passato difficile e, infine, sbloccare il futuro.
Il passato
Londra 1943. Una giovane impiegata d'ufficio, Costanza Carruthers, è redattatrice del SOE, arrivo a Parigi occupata durante il culmine del conflitto.
Separata dal suo contatto nelle sue prime ore in Francia, inciampa nel cuore di una famiglia benestante che sono coinvolti in un gioco mortale di segreti e bugie. 
Costretta a cedere la sua identità e recidere tutti i legami con la sua patria e il suo amato marito, Costanza si ritrova coinvolta in una complessa rete di inganni, le cui ripercussioni colpirebbero le generazioni a venire.



Considerazioni.
E' a dir poco incredibile come a volte la vita prenda strade contorte, difficili intermezzi e messaggi con sottotesto poco comprensibile, se non alla fine almeno.
E' incredibile come si possano intrecciare le nostre esistenze, i nostri frammenti di vita, con altri e mescolarsi dando vita a qulacosa di speciale, qualcosa che possa dirsi memorabile. 

Lucinda Riley ha fatto del rammendo e l'unione delle esistenze nel tempo un'arte fine ed elegante, un romanzo che scioglie il cuore e disgela l'animo a due personaggi femminili molto intensi, divisi dal tempo ma unite da un diario e dal sangue che scorre loro nelle vene.


Non so se avete avuto il piacere di leggere  quella meraviglia di romanzo che è e resta "Il Giardino degli incontri segreti"  romanzo  di debutto della Riley, ma vi assicuro una volta letto non riuscirete a non innamorarvi dei personaggi creati da questa meravigliosa autrice che tesse una tela leggera tra il presente e il passato con una storia, propria anche di questo nuovo romanzo, che concede meraviglia, affina bravura e consegna una lettura pregna di significato, di bellezza fresca e d amore. 

Amore sbocciato tra le difficoltà e le incertezze, ma anche l'amore che tutto sommato non riesce a non sopravvivere a quanto la vita le infligga e la provi.


Non sono una persona facile alle romanticherie, ma devo dire che qui i dettagli che colgono il cuore sono tanti e danno modo di giore di tutto quanto la storia possa offrire.

Tanto  Emile quanto Costanza sono infatti esempio di ciò che ognuno di noi fa quotidianamente e giorno per giorno: ricostruire il proprio passato ed il proprio animo.
Tutte e due infatti, tranne per il fatto che vivono in epoche molto differenti, vogliono portare a termine una ricerca che le riguarda, che le coinvolge emotivamente e in modo importante. Una è la chiave di lettura per la vita dell'altra, ogni tassello che metteremo a posto porta a comporre un quadro più grande e più complesso che comporta la conoscenza del carattere e dell'animo dell'altra, che svela i misteri che enrambe custodiscono a entrambe e che serbano e svelano all'altra lentamente.



Come dicevo precedentemente il ruolo fondamentale qui lo svolge un diario che apre le porte al contrario: dal presente al passato. La porta che ci porta indietro nel tempo è costiuita da poesie, da stralci di vita, da sentimenti sbocciati, da misteri celati e attimi di vissuta tra indecisioni e incertezze, paure, insomma dell'umana vita quotidiana.

Devo essere sincera. Sebbene la storia sia piacevolissima davvero, inrigante al punto giusto, ciò che fa la differenza in questo caso è proprio la Riley, che riesce a far si che le vite delle due protagoniste siano, oserei dire, mirabilmente snocciolate nel corso della storia, che centellina sapientemente, dosa il mistero, fa anelare al lettore i dialoghi, fa attendere con particolare ansia gli avvenimenti che coinvolgono le vita di Emile nel passato triste in cu si muove come in un acquario di mercurio e di Costanza, nell'odierno dibattito della propria esistenza e della precarietà in cui si muove insegunedo il mistero da dissipare creatole intorno dalla Riley, che confesso essere prorpio brava questa volta!!

Se cercate un romanzo che entri nella vostra vita, inaspettata come la luce che entra dalla finestra e illuma tutto e brilla e confonde per la bellezza, avete trovato il romanzo per voi, mi sa!! 



Consigliato, con tanto entusiasmo!!
 
Lucinda Riley è nata in Irlanda e ha trascorso molti anni della sua infanzia in Thailandia, grande fonte di ispirazione per questo romanzo. Dopo una felice carriera come attrice teatrale e televisiva, da tempo si dedica unicamente alla scrittura. Vive in Inghilterra, nel Norfolk, con il marito e i suoi quattro figli. Il giardino degli incontri segreti è un bestseller internazionale che ha venduto fino a ora 1 milione di copie ed è stato tradotto in oltre 20 Paesi.

Nessun commento: