Adieu. Weak song for a strong week.

giovedì 26 luglio 2012


 
 
Gentilissimi lettori, estimate lettrici,

 l'amara verità dell'estate è che
 anche le blogger partono ...

(blogger a valige pronte ...?!?!?)

Essendo il mio turno sono qui a dirvi che 
non mi troverete al solito posto 
da questo venerdì a sabato prossimo ...
prometto souvenirs.

(non di località esotiche però!)

Ebbene sì,
 per una settimana andrò
viaggiando
 in cerca di parole,
 in cerca di idee ...
... e di libri.

Non preoccupatevi, 
lascio il blog
in buone mani ...







...Winston
penserà a 
t.u.t.t.o!
Buone vacanze!
(ci vediamo ad agosto!!)
 

Recensione "Enchanted" di Heather Dixon.

 Si, lo so che è un libro rivolto principalente ai più giovani, ma ogni tanto risvegliare la nostra parte più fanciullesca e puerile ha qualcosa di rinvigorente e magico, no? E poi un libro che parla di balli incantati, dodici sorelle (avrei sempre voluto avere una grande famiglia) e poi, andiamo principi, principesse, battaglie, regni magici, Re dispotici, castelli da scoprire e malefici da scigliere ... come non si può non esserne attratti? Volete fare un salto in regno che non esite, tra 12 principesse ? Andiamo!


 




---oOo---
Enchanted
di Heather Dixon
pagine 360
prezzo 17,90€
Sperling & Kupfer
già disponibile
--o--







A sedici anni, Azalea Wentworth, erede al trono del lontano regno di Eathesbury, sta per realizzare il suo sogno: feste sfavillanti e incontri con ammiratori segreti da raccontare in chiacchiere sussurrate fino all'alba con le sorelle. Ma improvvisamente tutto cambia: sua madre muore e il lutto strettissimo imposto dalla corte le vieta per un anno qualsiasi divertimento. Compresa la danza, la sua più grande passione. Azalea si trova così in trappola fra le mura del suo stesso castello. Una notte, però, la ragazza scopre un passaggio segreto che la conduce nello straordinario mondo del Custode, un uomo affascinante quanto misterioso. Un uomo che sembra capirla meglio di chiunque altro.
Perché anche lui è in trappola, prigioniero da molti secoli nel palazzo. Inaspettatamente il Custode le porge un invito: le chiede di tornare a trovarlo ogni notte e di accompagnarlo al ballo più sontuoso che lei abbia mai visto.
Così, da quella notte in poi, Azalea e le sue sorelle varcano il passaggio segreto e attraversano un bosco d'argento per raggiungere un padiglione incantato e danzare. Ma tutto ha un prezzo, anche la più seducente delle magie. Perché al Custode piace custodire le cose. E Azalea non si accorgerà di essere caduta in una rete mortale finché non sarà troppo tardi...
Storia.
Cortesi lettori, gentilissime lettrici, dovete sapere che nel profondo del mio cuore conservo ancora una parte segreta, un lato che celo e che custodisco gelosamente per la mia sola intimità. No, carissimi lettori, non abbiare pensieri peccaminosi o doppiamente interpretabili. Sto parlando del mio lato fanciullesco e sempre pronto all'incredulità; sempre disposto a credere che parte della magia che vorrei esistesse, si possa concretizzare in qualche modo e in qualunque forma...
Il romanzo che sto per presentarvi ricalca il canovaccio di una vecchissima storia dei fratelli  Grimm che avevo letto tempo fa da bambina e che si intola "Le scarpe logorate dal ballo". La fiaba in questione non è particolrmente famosa nè particolarmente lunga (se siete interessati/e a leggerla la troverete al termine di questo post nel riquadro in blu) ma è molto affascinante per ambietazioni e personaggi, comprendo dunque una sorta di interesse da parte della Dixon nel volerla enucleare e narrare in modo più approfondito.

La storia inizia presentandoci la più grande delle figlie del Re di Eathesbury, regno che non è proprio sereno in quanto incombe l'ombra di una guerra, Azalea. Se pensate che il nome sia alquanto strano, dovete sapere che il Re e la Regina di Eathesbury hanno chiamato le 12 figlie con nomi di fiori in ordine alfabetico, ad Azalea seguono infatti: Begonia, Camelia, Dalia, ecc... 
Anche se vita delle 12 sorelle è stata inizialmente idilliaca - fatta di balli con vaporosi e coloratissimi vestiti, una corte varia e ricchissima, un Re e una Regina premurosi, una famiglia unita e potenziali principi azzurri all'orizzonte - Azalea e le sue sorelle non se la passano troppo bene, perchè purtroppo la loro madre è molto malata e il padre è un uomo molto rigido e intransigente. Le cose precipitano quando la Regina muore e oltre ad iniziare per le nostre principesse un anno di lutto, iniziano anche  tutta una serie di divieti ed imposizioni: come indossare solo abiti neri, niente uscite  - nemmeno ufficiali - e ovviamente divieto assoluto di danzare. Inoltre il Re è costretto a partecipare alla guerra che si sperava di evitare e lo costringe ad allontanarsi dal regno in lutto e dalle figlie disperate. 
Le giovani principesse troveranno di che intrattenersi perchè nell'aspetto innocuo di un camino scopriranno celarsi un passaggio per una parte del castello che definrsi incantata non rede sufficientemente l'idea della magia e della bellezza del luogo che protegge e nasconde alla vista degli abitanti del castello. Entrando in questo luogo incantato infatti le sorelle scoprono un gazebo traslato in un modo di pace, colori, musiche e danze, ma  anche ad un custode misterioso che vuole il loro aiuto e quella della magia che il castello cela e che gli serve per fuggire da quel luogo magico. Ma prima di scoprire la vera identità dell'uomo - se malvagia o benigna - le principesse si ritroveranno nel gazebo per ballare fino a consumare le loro belle scarpette da ballo. Le cose precipiteranno quando il Re tornerà dalla guerra proibendo loro di danzare e Azalea scoprirà cosa il custode vuole veramente da loro...
Considerazioni.
Che dirvi, sarà l'influenza del telefilm C'era una volta..., sarà perchè quest'anno sono tornate di moda le favole (Biancaneve e il cacciatore, e Biancaneve sono solo l'inizio...) un pò in tutte le sue sfumature, sarà perchè ogni tanto se ne sente il bisogno, ma io ho apprezzato la  rivisitazione di questa storia. Mi è piaciuta che sia stata scritta come una vera "vecchia" favola, con l'intenzione di divertire, ma anche di "ammonire" le ragazzine che pensano solo a ballare, in particolare, e al troppo divertimento in generale.
Credo sia una bella storia per ricongiungersi con il proprio lato più infantile e spensierato, dove  possiamo incontare oggetti animati, personaggi strambi, principi premurosi e molto "azzurri", Re sofferenti che piangono le regine e che per non soffrire allontanano le figlie, ma senza la preoccupazione del tormento, in quanto il cui ricongiungimento non è lontano nè impossibile in ultima istanza. 
Ovviamente la bontà, il divertimento, i colori, il legame profondo e allegro tra sorelle la fanno da padrone. Specialmente nella prima e nella terza parte troveremo ambientazioni, dialoghi e personaggi spensierati, divertenti, magici e molto leggeri. Molto bella, in quanto costruita di fantasia pura, è la parte in cui le principesse trovano il mondo incantato in cui il custode alberga: il gazebo, dove si troveranno poi per molte e molte volte a volteggiare fino a ridere a crepapelle, fino ad avere il fiatone ed i piedi così pesanti da non potere nemmeno pensare di alzarli (mi ha ricordato la puntata musical di Buffy - l'ammazzavampiri, quando Buffy balla fino all'auto combustione)!
Bellissima la relazione tra le sorelle, che porta il lettore ad amalgamarsi bene nel numeroso gruppo, molto carino il principe azzurro che non cade nel melenso e nello scontato, molto decisa e più adulta di quanto immaginassi è Azalea, la vera protagonista del romanzo, che seguiamo per tutta al narrazione. Sebbene sia molto giovane, è una ragazza fiera, dolce, premurosa e molto coraggiosa e curiosa, con un animo avventuroso e un istinto protettivo molto forte, che sarà anche quello che la spingerà a scoprire la vertià e a sconfiggere "il male".

 
Consigliato? Si, è molto carino. Se voleto immergervi in una lettura fresca, leggera, magica, d'altri tempi che vi riporti indietro negli anni della prima gioventù in un viaggio che potete compiere da soli  per voi stessi o accompagnati, perchè no, dai vostri figli, i quali sicuramente vi trascineranno prepotentemente con loro con rinnovato entusiasmo: cosa aspettate? Non volete a tirar di spada per sconfiggere i cattivi o introdurvi di soppiatto in balli dove i vestiti sono troppo vaporosi e i cavalieri troppo gentili e belli?

 Il book trailer:


Heather Dixon è cresciuta in una famiglia numerosissima: ha quattro fratelli e sei sorelle. Vive a Salt Lake City, Utah, e adora ballare, soprattutto il valzer viennese. Enchanted è il suo primo, straordinario, romanzo. Blog:  story-monster.blogspot.it

--o--


Le scarpe logorate dal ballo.

Castelvecchi ci porpone un viaggio in campagna tra "Segreti, sesso e bugie a Churchminster" con Jo Carnegie.

mercoledì 25 luglio 2012

Ok, per rilassarci oggi vorrei proporvi, come decompressione a tutta la quantità di ormoni accumulata in settimana, almeno su questo blog,  un libro che ho appena comprato e che sto leggendo. E' disponibile da poco, non ricordo precisamente la data d'uscita, ma è di luglio quindi fresca di stampa. E' il primo libro di una serie che in Inghilterra si è guadagnata un buon seguito che attende fedelissimo una sua uscita ogni anno dal 2008 e che pare essere particolarmente fresca, divertente e brillante. 
Non è un libro nato per le adolescenti, quindi non vi fidate della copertina! Non che con questo voglia dire che ci sia qualche cosa di estremo, anche le adolescenti potranno eventualmente leggerlo, ma ci saranno un pò di scandali, un bel pò di sesso e  poi le protagoniste sono donne di ogni età che però, invece di vivere in qualche scintillante metropoli, risiedono nella ridente cittadina di campagna di Churchminster.
Vediamo quindi la trama, poi ho pensato ... chi meglio di dell'autrice potrebbe descrivere questa serie? Per cui ho estrapolato e tradotto dal sito della Carnegie alcune risposte a domande che le sono state poste per vedere con voi se questo libro può essere di vostro grdimento. Pronti/e?

 
---oOo----
Segreti, 
sesso e bugie 
a Churchminster
Country Pursuit
di Jo Carnegie
Pagine 475
Prezzo: 16,50
Castelvecchi 
già disponibile
--o--





La serie Churchminster è composta da:
1. Country Pursuit, 2008 -   
Segreti, sesso e bugie a Churchminster
2. NakedTruths, 2009
3. Wild Things, 2010
4. Dirty Trick, 2011
5. Horse Pla, 2012
Churchminister, Inghilterra, un pittoresco villaggio della campagna inglese, all’apparenza tranquillo e sonnolento..ma è davvero così? Qui le donne, giovani e meno giovani, in verità sanno esattamente cosa vogliono, e certo non è il tè con il vicario… Definito dalla stampa l’equivalente di Sex and the city in campagna, il ciclo di Churchminster, con il suo irresistibile mix di storie d’amore, intrighi, sesso, amicizia e rivalità, ha creato un vero e proprio culto tra le lettrici inglesi. Segreti, sesso e bugie a Churchminster, tuttora in classifica in Inghilterra, introduce anche i lettori italiani nel villaggio più divertente e spregiudicato del Regno Unito e ci fa conoscere le protagoniste della serie: le sorelle Caro, Camilla e Calypso, le prime due felicemente sposate e la terza ostinatamente single, la loro caustica e anziana nonna Clementine, la giovane Kizzy, cavallerizza spericolata innamorata di un uomo molto più grande di lei, la nuova vicina di casa di Caro, Mrs Pike, super griffata riccona londinese completamente rifatta e l’infida Suzette, nuova fiamma del primo marito di Caro…
--o--
Domande e risposte a Jo Carnegie. 



1. Cosa ti ha ispirato per scrivere Country Pursuits, e come hai condotto le ricerche?
Jilly Cooper è la mia eroina e ho sempre voluto scrivere una bonkbuster (romanzo popolare caratterizzato da più o meno frequenti rapporti sessuali tra i personaggi, ndr). Sono una ragazza di campagna nel profondo del mio cuore e sono cresciuta nelle zone rurali del Bedfordshire, dove ero un membro della Valley Ivel Pony Club e negli anni più avanti dell' adolescenza mi sono anche innamorata di un giovane agricoltore! La campagna inglese e la vita del villaggio è unica e meravigliosa e contrariamente a quanto molti pensano, ben lungi dall'essere noiosa
Country Pursuits
cover originale primo libro.
 Ho ancora la possibilità  di tornare a casa regolarmente per vedere i miei genitori e andare giù al pub caratteristico locale per ottenere tutti i pettegolezzi più recenti del villaggio. Ho attinto molto dalle mie esperienze della vita di campagna, ma ho deciso di andare incontro al fascino del Cotswolds. Alcuni dei personaggi sono tratti dalla vita reale, alcuni sono immaginari, ma ho voluto creare un caleidoscopio di personaggi che la gente potesse ritenere rassicurante, desiderare, o  nel caso di Sebastian, amare e odiare! Anche se Country Pursuits è un lettura rilassante, ci sono tutti i tipi di sesso - sesso buono, sesso cattivo, sesso imbarazzante, il sesso sotto l'effetto di droga ... E' importante che, sebbene il cast sia composto da personaggi bellissimi e fascinosi, non sono completamente perfetti e i lettori possono affezionarsi ad essi.

What inspired you to write Country Pursuits, and how did you research it?
Naked Truths
cover originale secondo romanzo.
Jilly Cooper is my heroine and I always wanted to write a bonkbuster. I am a country girl at heart and grew up in the rural fields of Bedfordshire, where I was a member of the Ivel Valley Pony Club and in my later teenage years gate-crashed many a Young Farmer do! The British countryside and village life is unique and wonderful and contrary to what a lot of people think, far from boring. I still go home regularly to see my parents and go down my quaint local pub to get all the latest village gossip. I drew a lot on my own experiences of country living, but decided to set it against the glamour of the Cotswolds. Some of the characters are drawn from real life, some are imaginary but I wanted to create a kaleidoscope of characters that people could warm to, lust after or in Sebastian’s case, love to hate! Even though Country Pursuits is a romp of a read, there are all kinds of sex – good sex, bad sex, embarrassing sex, sex on drugs… It’s important that although the cast are gorgeous and glamorous, they are not completely perfect and readers can relate to that.


2. Se fossi un critico come descrivesti il tuo libro? Non essere modesta!
Wild Things
cover originale terzo romanzo.

Se vi piace un succoso, britannico bonkbuster immerso nella campagna di Cotswold, allora "Country Pursuits" fa al caso vostro. Situato nel pittoresco villaggio di Churchminster (che mi ha fatto venire voglia di cambiare le mie Manolo per un paio di stivali di gomma verdi) Country Pursuits vanta un eccitante, colorato cast che vi farà perdutamente innamorare di esso. Quando il loro amato paese è messo in pericolo gli abitanti del villaggio dovranno unire le forze - mentre un cupo sosia di Brad Pitt si muove a far battere i cuori della gente locale. Divertente, veloce e commovente (e con abbondanza di sesso) Country Pursuits è l'apoteosi dell' evasione dalla realtà!
 

How would you like a reviewer to describe your book? Don’t be modest!
If you love a juicy British bonkbuster set in the Cotswold countryside, then Country Pursuits is right up your street. Set in the picturesque village of Churchminster (which made me want to swop my Manolos for a pair of green wellies there and then) Country Pursuits boasts an exciting, colourful cast you will fall head over heels in love with. When their beloved village comes under threat the villagers join forces – while a brooding Brad Pitt lookalike moves in and sets local hearts racing. Funny, fast paced and heartwarming (and with plenty of sex) Country Pursuits is escapism at its best!

Dirty Tricks
cover originale quarto romanzo.
3. Cosa o chi ti ha ispirato?
Jilly Cooper! Altri autori che ammiro sono Agatha Christie, Ruth Rendell, i romanzi di Barbara Vine e George McDonald Fraser per i suoi romanzi meravigliosi  su Flashman. Mi piacionno le comiche britanniche come la Saunders e le emittenti televisive francesi, come Sandi Toksvig e Nicholas Parsons per il loro atteggiamento positivo verso la vita.

What or who inspires you?
Jilly Cooper! Other authors I admire are Agatha Christie, Ruth Rendell’s Barbara Vine novels and George McDonald Fraser for his wonderful Flashman novels. I like female British comedians like French and Saunders and broadcasters like Sandi Toksvig and Nicholas Parsons for their jolly, feel-good attitude to life.

 
4. Dicci cinque cose insolite su di te!
Ho  volato per nove lezioni, poi mi sono fermata prima di farlo autonomamente perché era troppo simile a un duro lavoro! L'addetto stampa di Justin Timberlake ha minacciato di spegnere il mio registratore a Los Angeles quando l'ho intervistato subito dopo la sua rottura con Britney Spears e gli ho chiesto se l'avesse tradita ....  
Horse Play
cover originale quinto romanzo.
Mi sono rotta il ginocchio facendo dressage in tutte le cose quando ero più giovane. Sono anche apparsa nel quiz degli anni '80 Childs Play, dove Cribbons Bernard doveva indovinare quello che stavo descrivendo. Recentemente il Saturday Night Takeaway ha contattato i miei genitori per portar via da casa mia una vecchia cassetta su di me per  Childs Play e hanno chiesto ai miei genitori se potessero portarmi al loro show in modo che potessero scoprirmi tra il pubblico! Mia madre era d'accordo, ma per fortuna mio padre mi ha telefonato e mi ha raccontato quello che sarebbe stato il mio peggior incubo. Ho ancora la felpa rosa da qualche parte.

Tell us five unusual things about yourself!

I took up flying for nine lessons but stopped before I went solo as it was too much like hard work! Justin Timberlake’s press people threatened to turn off my tape recorder in LA when I interviewed him just after his break up with Britney Spears and I asked him if he’d cheated on her…. 
I broke my kneecap doing dressage of all things when I was younger. I also appeared on 80′s quiz show Childs Play, where Bernard Cribbons had to guess what I was describing. Recently Saturday Night Takeaway contacted my parents with an old tape of me on Childs Play and asked if my parents could get me on the show so they could ‘out’ me in the audience! My mum was all for it but luckily my dad rang me and told me about it as it would have been my worst nightmare. I still have the pink sweatshirt somewhere.


Dicono di questo libro:
“Il libro più divertente di quest’estate… 
Segreti, sesso e bugie a Churchminster 
è la lettura perfetta per un’evasione intelligente e sexy” 
 Heat

“La serie di Churchminster fa venire una 
voglia matta di avventure sentimentali illecite e 
un desiderio profondo di mollare 
una volta per tutte la città  
Glamour

Selvaggio, politicamente scorretto e molto, 
molto divertente  
Closer


 

Jo Carnegie scrive su vari periodici femminili inglesi. La serie di Churchminster,  l’ha imposta al mercato inglese come una delle voci più originali e sensuali della narrativa femminile. Jo ha intervistato stelle del calibrio di George Clooney (http://jocarnegie.rhgd.co.uk/index.php/2008/08/the-heat-interview-george-clooney/), Justin Timberlake e Will Smith, nonchè Posh e Becks e Kylie Minogue.
 http://www.churchminster.co.uk/

Recensione "Monsieur" di Emma Becker.

martedì 24 luglio 2012


Questa settimana è così. La recensione di così tanti libri erotici nel breve periodo mi sta facendo vorticare la testa …
Cercando di non perderla del tutto vi vorrei proporre una  lettura mooolto particolare, più per fatto che mi ha fatto riflettere e mi ha portato a farmi più domande del previsto che per la trama e il clamore che in patria – la Francia - ha causato. 
Anche saputo che ...

... E' la storia vera
dell'autrice.

Monsieur 






---oOo---
Monsieur
di Emma Becker
pagine 350
prezzo 18€
Dalai editore
già disponibile
--o--










Prime pagine: 
http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/monsieur
Ellie, vent'anni, conduce un'esistenza leggera e spensierata fino al giorno in cui incontra Monsieur, un chirurgo sposato sulla cinquantina, amante della letteratura erotica quanto lei. All'inizio in forma epistolare, la loro relazione prende il volo nella camera di un hotel parigino del quindicesimo arrondissement. Sulla scia di incontri clandestini e telefonate fugaci, Ellie vivrà mesi di febbricitante attesa. Un vortice di voluttà da cui sarà sempre più difficile uscire.
Considerazioni sulla Storia …
Monsieur, il libro di cui vorrei parlarvi, è un romanzo che mi ha un po’ sconvolto, ma il termine non rende probabilmente l’idea di quanto profondamente mi abbia turbato. Non è solo per la faccenda del sesso in se stesso, intendo; no, per quello ho già dato la mia personale visione qualche giorno fa parlando della serie della James. No, non è tanto la descrizione talvolta tutt’altro che sopraffina di esso, o il fatto che venga utilizzato in modo talvolta parecchio come dire, scurrile, per renderlo fine a se stesso, per farci comprendere come sia egoista, poco sfaccettato e a che fare con l'amore; no, non è nemmeno il fatto che venga utilizzato come mezzo per la narrazione, non c’è davvero persona più propensa di me a carpirlo in tal senso, se occorre.
E’ la vicenda. E' il modo in cui è narrata. E’ l’insieme del romanzo. E’ la protagonista Ellie. E’ il protagonista maschile, Monsieur (Ellie lo chiamerà sempre così). E' perchè è vera.

In quest’opera, l’autrice, volente o nolente, ricalca e racconta una storia sulla scia tracciati molti anni fa da “Lolita”, di Nabokov, dove troviamo una protagonista - Ellie/se stessa traslata in un universo letterario parallelo - molto giovane, ma non troppo, di circa 20 anni, dove la Becker si conferisce una ferrea volontà di iniziazione al sesso e alla sua ricerca e perfezione in ogni dove, come, quando, chiunque - in generale -  Monsieur - in particolare. Nell’ambito di questa torbida e mal celata relazione di consacrazione al sesso ed al piacere - in modi che non vi descriverò perché anche io devo tornare a casa prima o poi … - la Becker rivive e ci espone la sua crescita personale, alla ricerca di se stessa, di quello che vuole, di quello che può ottenere con e tramite il sesso e della scoperta di quello che mai si sarebbe aspettata di trovare, e ancor più di provare … innamoramento.

cover originale.
Un giorno Ellie sente parlare lo zio di un uomo, un suo collega chirurgo, che ha la sua stessa passione, quella per una cultura - corposa ed edotta – e la lettura di autori di romanzi erotici e/o sull’erotismo. Sono proprio questi romanzi che spingono Elle alla ricerca concreta di quel piacere fisico di cui ha sempre e solo letto. Ha avuto molti amanti, anche più grandi di lei, ma nessuno si è mai dimostrato in grado di farle provare quelle sensazioni di cui ha letto. Non si tratta solo di romanzi che contengono descrizioni particolareggiate di corpi avvinghiati, sudati, ansimanti e quant’altro, ma di libri che assurgono l’erotismo a indagine metafisica, a ricerca interiore tramite il cammino della passione. Detto così parrebbe voler dire: “si una scusa come un’altra per leggere pornografia varia ed eventuale”. Ni. Lo scopo è leggerne, ma è anche comprendere le ragioni alla base delle quali uomo e donna facciano sesso, e vadano alla ricerca dell'erotismo, cosa spinga l’una e l’altro quando non c'è il sentimento o c'è da una sola parte, e cosa essenzialmente vuol dire per ognuno di questi due sessi a livello mentale, più che fisico. Perché le donne devono giustificare sempre il sesso e gli uomini no? Perché per le donne non vale la famosa regola - maschile - d’oro(?) “una botta e via”?
Ellie contatta tramite Facebook Monsieur - qui l'elemento innovativo che ci connette ad una storia odierna e moderna, se vogliamo - e  dopo alcuni – brevi – tentennamenti gli scrive della sua passione per l’erotismo, cita autori e filosofeggia, anche con qualche  - davvero - buono spunto sulla sua visione dell’erotismo e dintorni. Quando finalmente si danno appuntamento e s’incontrano possiamo dire che inizi la seconda parte del libro. Infatti mentre in tutta la prima parte il contatto fisico è agognato, mentalmente sognato, sfiorato con la fantasia e totalmente parlato, nella seconda parte inizia la fase del contatto, della passione carnale. Questa passione si trascinerà con varie vicende per il resto del romanzo che separerà ed unirà i due protagonisti, le loro vite, le loro necessità e i loro progetti di vite e famiglia. Qui infatti avrà inizio la terza parte, dove abbandoniamo la cerca di quanto Ellie non conosceva ma anelava ed entriamo nella fase in cui cerca quello di cui ha bisgno. Proprio quando Monsieur sparisce e ricompare a tratti nella sua vita, per paura di affezionarsi troppo a lei. Ellie cercherà di replicare quanto vissuto con lui con altri uomini, anche più di uno in contemporanea, cercherà di farlo rivivere nel suo libro (quello che poi scopriremo avere noi tra le mani) e cerca di decidere se tagliare i ponti con l'uomo più importante della sua vita o continuare ad infliggersi ancora quel doloroso e irrinuncciabile rapporto.


… Considerazioni in generale
Come vi ho accennato questo romanzo mi ha dato da pensare. Parecchio. Partendo dalla storia  stessa. Essa è narrata con uno stile tipicamente francese, che rende il tutto ancora più sfacciato e diretto, quasi nudo e crudo, dal mio punto di vista. Non so se avete mai letto romanzi scritti da autori/autrici francesi. A parte alcune rare eccezioni sono romanzi che tendono a rispecchiare la realtà, anche con ironia,  senza veli di sorta, senza abbellimenti o aggiustamenti; la storia risulta una storia vera, quotidiana, quasi disincantata e brutalmente esposta e senza filtri. Non dico questo in senso dispregiativo, amo lo stile francese, ma muta considerevolmente la percezione della storia  a seconda delle situazioni e degli argomenti; in questo caso, il fatto che la Becker esponga il rapporto tra i due protagonisti in modo tanto puntuale e brutalmente concreto è quasi come ricevere una secchiata d’acqua addosso dopo essere rimasti 4 ore al sole. Non so se rendo l’idea … sarà anche fresca, ma che botta!
A parte lo stile, che è ciò con cui più vi dovrete confrontare in questo romanzo, la storia non è particolarmente innovativa, ma alquanto conturbante. Inoltre è fatta evolvere in modo coerente a quanto la protagonista/Ellie/Emma si propone: l’esperimento, l’apprendimento, lo sconfinamento dall’adolescenza all’essere una donna, la voglia di conoscere la sensualità allo stato puro con un uomo che si concede apertamente e totalmente ma solo in tal senso, con uomo che vuole quello che vuole esattamente lei, negli stessi modi e tempi.
Proprio questo modo di agire mi ha turbato maggiormente, forse perché non mi appartiene propriamente, il volere essere qualcosa che  ancora non si è con una determinazione tale da spazzare tutte le indecisioni, tutti i tentennamenti, tutte le inibizioni. Elle non ha paletti, almeno inizialmente agisce a una ruota libera, non troverete una pagina di domande, di dubbi, di incertezze, di rimorsi. Si fa delle domande, ma non è che il suo agire ruoti intorno ad esse, alla ricerca di quelle risposte.
Altra cosa che mi ha fatto riflettere è che questi non - limiti di Elle si spingano a tal punto, anche se molto giovane, a non provare interesse per il fatto che Monsieur ha moglie e ben 5 figli. Accetta serenamente che lui abbia una moglie, che fondamentalmente la ami, ma che avendo bisogno di storie a livello fisico che lo stimolino sempre, cerchi il sesso altrove. Lei lo vuole, a lui va bene. Punto. Mi ha spezzato il cuore la moglie quando viene a sapere della relazione del marito con un’altra donna, che lui ovviamente nega. Dolorosissimo.  Altra cosa un pochino “disturbante”? La loro “ prima volta” . Lei non lo guarda in faccia, ha paura che non piaccia, ha paura di trovarsi di fronte ad un vecchio (anche se lui ha 45 anni, mica 90!) che abbia la pelle cadente, che sia stempiato, che  sia una specie di maniaco o che altro. Lo guarda in faccia solamente alla fine del loro incontro. Mi è piaciuto il modo “sensoriale” con cui descrive l’incontro, ma l’ho trovato disturbante, non so perché, forse le parole usate, il distacco, l’atto puramente meccanico, nemmeno sessuale, lontanissimo  dall'erotico … mi ha colpito questa scena, mi ha decentrato un po’ dal romanzo, credo.
Quando però la storia si fa più profonda, le cose cambieranno e la stessa Ellie dovrà ricredersi su certe sua opinioni di partenza, sul tipo di relazione che cerca con un uomo, sul tipo di rapporto che può avere e che invece desidera. 

Struggente il romanzo quando si avvicina alla sua fine quasi scontata e difinitiva. Struggente perchè si contano gli errori e i coriandoli del cuore di Ellie, ma è troppo, troppo, troppo tardi per comprendere chi è Monsieur. Troppo tardi per vedere dopo quello che Ellie vedeve solo nella sua mente, prima.
Mi è piaciuta la conclusione di questo romanzo, che oltre a chiudere in modo circolare rispetto all’inizio, cessa di essere – fingendo palesemente di essere – distaccato e ci lascia dolcemente amareggiati, ripensando all’inizio, dove già avevamo appreso il finale. Già perché sin da subito appare chiaro che l’intento del romanzo sia assistere alla formazione sessuale di Ellie, non propendere o partecipare per lei, non sperare per lei e la sua felicità o una sua possibile o meno unione con Monsieur, se non alla fine. 


Consigliato? E’ una lettura particolarmente intensa e provocante, dovete avere propensione, interesse e intenzione ad affrontarla, per diverse ragioni e punti di vista. E’ una storia forte, per la sensualità e l'erotismo proposto e perché non troverete giustificazioni particolari per Ellie, lei vuole conoscere l’erotismo, da concezione metafisica ad arte applicata, vuole apprendere. Poi cade nella sua stessa rete, ma è troppo tardi e i cocci - di un cuore rotto - sono tutti suoi. Dovete avere interesse perché è un romanzo di formazione e gli avvenimenti non sono molti, tutto il romanzo coinvolge a livello emotivo più che altro. Dovete avere intenzione perché solo così capirete la storia e anche Ellie  e non avete scelta, perchè la storia è la sua.


 
Emma Becker è nata in Francia nel 1989. Studia Lettere e comunicazione all'università parigina della Sorbona e vive a casa dei nonni. Il suo primo romanzo, Mr. pubblicato nel 2011 in Francia dalle Éditions Denoël (Monsieur in italiano, edito da Dalai nel 2012), racconta la storia della relazione morbosa tra una giovane donna e un uom
o più maturo, è stato un caso letterario in Francia.

Uscite interessanti per giorni scottanti!

lunedì 23 luglio 2012

Oggi vi vorrei presentare 3 libri che mi ispirano particolarmente, non tanto - almeno questa volta - per gli autori (due non li conoscevo per nulla, confesso!) quanto per le trame.
Il libro che definirei "della settimana" su cui puntare, in sostanza, per tematica "scottante" è "La scuola dei giochi segreti" che tratta di un'insegnante di 40 anni circa che s'innamora di un suo allievo ... di 16 anni. Il prezzo è quanto mai allettante e proverò ad imbarcarmi con la Coleman, vedremo verso quali lidi mi condurrà...
Gli altri tre romanzi sono un thriller, un fantasy, il cui autore è una vecchia conoscenza per chi legge il genere - e che conosce la Nord editore - ed infine un romanzo che si pone sulla scia appena lasciata dalla serie "Cinquanta sfumature", probabilmente il primo di una nuova "vena d'oro"? Vedremo... intanto vediamo i titoli a cui ho fatto accenno.







 ---oOo---
La scuola 
dei giochi segreti
di Rebecca Coleman 
pagine 352 pagine
prezzo € 9,90
Baldini & Castoldi
dal 17 luglio 2012
--o--






"Maryland, tardi anni Novanta. Nel cortile di una scuola Waldorf, tra precetti di Rudolf Steiner, insegnanti irreprensibili e sciami di adolescenti, avviene l’incontro fra chi invece avrebbe solo dovuto sfiorarsi. Lei, Judy McFarland, è una maestra d’asilo quarantatreenne, che da tempo ha rinunciato a se stessa, costretta fra i propri sogni arenati e una livida vita coniugale; lui, Zach Patterson, è uno studente di sedici anni dalle maniere impertinenti, diviso tra una madre incostante e la gran fatica di essere il nuovo arrivato in città. Se il passo dall’amicizia a una relazione è breve, l’ossessione che li travolge sarà una caduta vertiginosa in un abisso di oscuri ricordi. La scuola dei giochi segreti è una spiazzante storia di frustrazione, solitudine, desiderio che priva della ragione e voglia disperata di tornare indietro e rifare tutto diversamente. "
Rebecca Coleman, nata a New York, è laureata in Letteratura inglese all’Università del Maryland. Attualmente vive con la famiglia non lontano da Washington, dove tiene corsi di scrittura creativa.
 --o--
 “Ogni morte è l'anello di una catena. 
Nessuno la spezzerà, se non al prezzo della vita
Nessun rimpianto 





---oOo---
Nessun rimpianto
di Andrew Gross
pagine 352
prezzo 14€
Longanesi
già disponibile 
--o--







"Il detective Ty Hauch, mentre sta facendo spese con la figlia adolescente nel piccolo emporio di un pachistano, viene coinvolto in una sparatoria, che costa la vita a un altro cliente, vicino a lui. Quello che all'inizio sembra un errore di persona durante un banale regolamento di conti tra bande si rivela un caso molto complesso, visto che il morto è un procuratore federale, e che il capo della banda di ispanici responsabile dell'omicidio, una volta arrestato, viene aiutato a fuggire dal carcere dagli stessi federali che hanno partecipato alle indagini. Come in un gioco di scatole cinesi, ogni pista sembra nasconderne un'altra, ogni depistaggio portare a una nuova, sconvolgente scoperta, fino alla drammatica rivelazione finale. Il detective Hauch, determinato come sempre ad andare fino in fondo, scoprirà che il marcio si nasconde molto, troppo vicino a lui e rischierà di perdere tutto quanto ha di più caro..."

 Andrew Gross ha esordito con il romanzo "Zona blu" dopo aver partecipato all’ideazione della famosissima serie di thriller “Le Donne del Club Omicidi” di James Patterson. Gross vive con la famiglia nello Stato di New York.

--o--

 Un'antica profezia. 
Un dio spietato e implacabile. 
                                                        Un complotto ordito da secoli
Il signore degli incantesimi 




---oOo---
Il signore degli incantesimi
di Markus Heitz
pagine 624
prezzo 19,90€
Nord
già disponibile
--o--







"Mai più: è questa la solenne promessa che Lodrik fa a se stesso. È stato grazie all’aiuto del dio Tzulan che il giovane principe è riuscito a sventare una rivolta e a riportare la pace nella remota provincia di Granburg. Tuttavia la potenza del dio ha altresì scatenato una spaventosa forza distruttiva, convincendo Lodrik a rinunciare per sempre a un simile stratagemma. Almeno fino al giorno in cui un messaggero non gli comunica la notizia della morte del padre, sovrano di Tarpol, e l’ordine di tornare subito nella capitale per essere incoronato re. Una volta giunto a palazzo, infatti, Lodrik non solo deve affrontare l’ostilità dei nobili – che lo considerano troppo giovane e inesperto –, ma anche fare i conti con un’antica profezia, secondo cui l’ascesa al trono del principe farà ripiombare il mondo nel caos dell’Epoca buia. E qualcuno sta tramando nell’ombra per organizzare un attentato, ed evitare così che quella terribile predizione si avveri. Schiacciato dalle responsabilità del suo incarico e dalla paura di cadere vittima dei suoi nemici, Lodrik non ha scelta: se vuole governare su Tarpol – e salvarsi la vita –, deve chiedere di nuovo l’intervento di Tzulan…"
--o--

L'amore non è il solo padrone

Lui è un uomo di potere che ottiene sempre quello che vuole.

E quello che vuole è Genevieve.

Per lei era un cliente. Per lui era una preda. 

978-88-541-4428-6





---oOo---
9o giorni di 
Tentazione
di Lucinda Carrington
pagine 320
prezzo 9,90€
Newton & Compton
dal 19 luglio 
--o--






Genevieve Loften lavora per un’agenzia pubblicitaria a Londra. È una donna sicura di sé, intraprendente, di successo. 90 giorni di tentazione non sono affatto quello che aveva in mente per accaparrarsi un nuovo cliente. Ma l’arrogante e affascinante James Sinclair non le lascia scelta: firmerà il contratto solo a patto che lei accetti di esaudire ogni suo desiderio. È così che Genevieve viene introdotta in un mondo fino a quel momento sconosciuto, dove c’è chi comanda e chi è dominato: scoprirà sensazioni ed emozioni mai provate prima e diventerà la protagonista di conturbanti giochi erotici. Quella che era iniziata come una semplice trattativa d’affari si trasforma in un incastro di fantasie sempre più intense, che finiranno per stravolgere l’esistenza di Genevieve. Sedotta e soggiogata da James, riuscirà a trovare un equilibrio tra la sua carriera e l’universo di piaceri proibiti che quell’uomo irresistibile le offre?

«Uno scrigno di essenze altamente eccitanti.»
Desire

«La favola di amore e ossessione di Lucinda Carrington
 è perfetta per tutti gli appassionati della
 rinascita della narrativa erotica.»
Stylist

«Le scene di sesso sono scritte benissimo,
daranno ispirazione ai sogni proibiti di tutte le donne.
E la trama è eccellente, i personaggi ben delineati e affascinanti.»
Handbag.com