☆ I POST PIU' RECENTI DEL BOSTONIAN LIBRARY ☆
Il meglio ... scelto per voi!

Preview: "Il colore dei fiori d'estate" di Anna Jean Mayhew

venerdì 8 giugno 2012




Una storia d’amore, di dolore e di grande coraggio
Amore, dolore e amicizia
Una storia indimenticabile
Un romanzo autentico che riuscirà a commuovere 
anche i lettori più controllati. 
 --o--
 

Vorrei oggi spendere due parole per questo romanzo, so infatti che la Newton & Compton, con la collana Anagramma, propone spesso titoli che appartengono al filone ironico - sentimentale, quindi romanzi tendenzialmente divertenti e spensierati, ma ogni tanto pubblica invece  titoli veramente profondi, toccanti e riflessivi. Uno di questi libri è questo

Il Colore dei Fiori d'Estate

Il libro, che costituisce il - magnifico - debutto di Anna Jean Mayhew, offre una rappresentazione avvincente e convincente della vita nel profondo sud della provincia americana alle prese con la segregazione: che cosa significa per una ragazza giovane e bianca, nel suo progressivo cammino verso l'età adulta? E  che significa una donna adulta e di colore?

Infuso dell'intensità di un tempo che cambia, ecco una storia di speranza, amore e di quel coraggio con cui ci si passa dalla fanciullezza all'età adulta.

Ma vediamo la trama:



 





---oOo--- 
Il Colore dei
Fiori d'Estate
The dry grass of august
di Anna Jean Mayhew
Pagine 352
Euro 9,90 
Newton & Compton
dal il 21 giugno
1954
In una torrida giornata dell’agosto, Jubie Watts, una ragazzina di tredici anni, lascia Charlotte, North Carolina, con la sua famiglia per una vacanza in Florida. Insieme a lei, stretti in macchina, ci sono i tre fratelli, la madre e Mary Luther, la domestica. Mary vive con loro da tanti anni e Jubie le è affezionatissima. Non solo si è sempre occupata della casa e della cucina, ma con la sua presenza dolce e amorevole ha spesso compensato gli scatti d’ira del signor Watts e la freddezza della moglie. Ma Mary ha una colpa gravissima agli occhi di molti: è una donna di colore in una società razzista. Man mano che il viaggio procede verso sud, Jubie sperimenta per la prima volta le terribili conseguenze delle restrizioni razziali, fino a quando una vera e propria tragedia sconvolge la sua vita. Sarà allora che la ragazza capirà l’importanza di difendere i diritti civili, troverà il coraggio di confrontarsi con i limiti della sua famiglia e di combattere per un futuro di libertà e indipendenza.
copertina originale.

-o-
«Una storia profonda, complessa, avvincente, 
con un’irresistibile protagonista.»
Publishers Weekly
-o-


In questa storia, che ho avuto il piacere di leggere in lingua originale qualche tempo fa, troviamo una storia veramente molto toccante, essenzialmente di amicizia e di amore, ma in un contesto difficile, quello del confronto razziale americano tra bianchi e persone di colore; e con protagoniste femminili sopra le righe, sia in quanto a carattere che in quanto a storie personali. 

Ho amato moltissimo questo romanzo, perchè mostra contemporaneamente un tipo di America che è stato e che vorremmo dimenticare, ma anche quel lato più umano, fatto di affetto, di amicizia, di forza e di coraggio che invece dovrebbe sempre essere menzionato.
Vale la pena di leggere questo romanzo solo per Mary, che quando riporto alla mente, mi fa ancora scendere i lacrimoni!

 

Anna Jean Mayhew è nata e cresciuta nel North Carolina, dove vive tuttora. Ha lavorato come redattrice per un giornale medico e per una rivista di fantascienza. Con Il colore dei fiori d’estate, il suo primo romanzo, vincitore del Sir Walter Raleigh Award e finalista al SIBA Book Award, racconta il periodo della segregazione razziale in America, che ha vissuto in prima persona da ragazza. Per saperne di più visitate il suo sito: www.ajmm.net.

«La bellezza, il coraggio, la potenza della scrittura della Mayhew sono incontestabili e meritano un grande riconoscimento.»
BookPage

«A.J. Mayhew riesce a descrivere con grande profondità, attraverso gli occhi di una ragazzina, un periodo turbolento della storia americana. La coraggiosa, improvvisa decisione finale della protagonista lascerà i lettori senza fiato.»
Bookreporter.com

«A.J. Mayhew riesce a rendere perfettamente i pregiudizi e la crudeltà della vita quotidiana degli anni Cinquanta. Ci fa toccare con mano l’orribile realtà delle leggi razziali e ne illustra passo passo le drammatiche conseguenze.»
Booklist

Nessun commento: